Il ruolo - l'elenco dei debitori e delle somme da essi dovute alla Pubblica Amministrazione

Il ruolo è un elenco dei debitori e delle somme da essi dovute formato dall'ufficio ai fini della riscossione a mezzo del concessionario e costituisce titolo esecutivo. Prima della riforma del 1999 esistevano 4 tipi di ruoli: principale (in cui erano iscritte le imposte dichiarate), suppletivo (in cui erano iscritte le maggiori imposte accertate), speciale (in cui erano iscritte le maggiori imposte accertate in capo ai sostituti d'imposta) e straordinario (in cui erano iscritte le imposte per cui sussisteva un fondato pericolo per la riscossione).

Dal 1 luglio 1999 esistono solo i ruoli ordinari e straordinari che, come nella previgente disciplina, vengono emessi solo in caso di pericolo fondato per la riscossione.

Particolare rilevanza assume la sottoscrizione del ruolo da parte del titolare dell'ufficio o di un suo delegato in quanto l'articolo 12, IV comma, del DPR n 602/73 stabilisce che con la sottoscrizione il ruolo diviene esecutivo.

Considerato che il D. Lgs. numero 602/73, all'articolo 17, pone dei limiti temporali a pena di decadenza per l'esecutività del ruolo, formato a seguito dell'attività di controllo o accertativa effettuata dall'ufficio, ne consegue che dalla data di sottoscrizione del ruolo si può dedurre il rispetto, o meno, di tali limiti.

A riguardo si rileva che la Giurisprudenza in più occasioni si è espressa circa l'obbligo, a pena di decadenza, della sottoscrizione del ruolo, ed in particolare si citano le sentenze nn. 7093/2003 e 7439/2003 della sezione V della Corte di Cassazione.

In ambedue le sentenze i giudici della Suprema Corte, oltre a ribadire l'obbligo della sottoscrizione del ruolo, hanno anche attribuito l'onere della prova a carico dell'ufficio. In particolare nella sentenza numero 7439/2003 i giudici della Suprema Corte si sono così espressi "se si muove dal presupposto, in sé esatto, che il processo tributario ha la struttura di processo d'impugnazione, nel quale l'ufficio svolge il ruolo di attore sostanziale, e se, a prescindere dal regime della sua pubblicità, il ruolo svolge la funzione di atto presupposto fondante la pretesa fatta valere con la notifica della cartella esattoriale, l'onere di provare i fatti costitutivi della pretesa, anche quelli che siano eccepiti dal contribuente, che è attore soltanto formale, grava sull'ufficio".

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su il ruolo - l'elenco dei debitori e delle somme da essi dovute alla pubblica amministrazione.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • fred 7 gennaio 2011 at 01:20

    si può impugnare l'estratto di ruolo rilasciato dalla gerit qualora non si abbia mai ricevuto precedenti notifiche e siano trascorsi i termini ordinari d'impugnativa?

    • cocco bill 7 gennaio 2011 at 06:30

      Salve Fred. La sua domanda andrebbe riproposta nella sezione "cartelle esattoriali" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è ovviamente necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrà inserire il suo quesito e leggere la risposta dei consulenti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

    1 7 8 9