Acquisto casa in sicurezza - Gli obblighi del venditore

Il venditore dovrà fornire documentazione afferente il proprio atto notarile di acquisto, i provvedimenti edilizi di cui è stato oggetto l'immobile, il certificato di agibilità, la planimetria catastale e il certificato anagrafico di stato civile.

  • copia del suo atto notarile di acquisto con nota di trascrizione (o la dichiarazione di successione e i relativi documenti) e regolamento di condominio;
  • planimetria catastale (cioè quella depositata in Catasto) evidenziando se la casa è di fatto uguale alla planimetria;
  • tutti i provvedimenti edilizi/urbanistici (Denunce di Inizio Attività, permessi di costruire, condoni etc.) che riguardano la casa, con tutti i documenti presentati al Comune (piantine, ricevute di pagamento e simili);
  • certificato di agibilità;
  • certificato di stato libero o estratto riassunto dall'atto di matrimonio.

Dovrà quindi comunicare:

  • se l'immobile è locato a terzi; in caso positivo dovrà consegnare il contratto di locazione;
  • se gli impianti interni sono a norma di legge e se è in possesso delle dichiarazioni di conformità degli impianti e del libretto di uso e manutenzione ove prescritto; in caso contrario andranno fatti redigere da un tecnico specializzato salva diversa pattuizione tra le parti.

Se l'immobile è gravato da ipoteca dovrà fornire:

  • copia del contratto di mutuo;
  • ricevuta del versamento di estinzione mutuo o l'ultimo bollettino;
  • eventuale copia dell'atto di assenso alla cancellazione di ipoteca o richiesta di estinzione d'ufficio (9).

Dovrà quindi comunicare:

  • se l'unità immobiliare è dotata di attestato di certificazione energetica;
  • se ha mai usufruito di detrazioni fiscali di ogni tipo inerenti lavori di ristrutturazione per risparmi energetici (per lavori su caldaia, tetto, pareti isolanti, nuovi impianti, altro); in caso positivo dovrà portare al rogito l'attestato di certificazione energetica predisposto da un tecnico abilitato;
  • se è intervenuto un mediatore; in tal caso dovrà comunicare il nominativo con relativi dati (nome, partita iva, codice fiscale, numero di iscrizione all'albo dei mediatori), costo della mediazione e copia dei mezzi di pagamento usati.

Dovrà inoltre far predisporre all'amministratore di condominio una comunicazione dalla quale risulti:

  • che gli oneri condominiali inerenti l'unità immobiliare in oggetto sono stati regolarmente pagati;
  • se ci sono delibere condominiali o lavori in corso che comportino spese straordinarie;
  • se ci sono liti giudiziarie pendenti;
  • se il condominio è dotato del contratto di servizio energia.

Dovrà anche farsi consegnare dall'amministratore di condominio copia del provvedimento di agibilità.  All'atto di vendita infine dovrà portare:

  • lettera dell'amministrazione di condominio che attesti quanto sopra;
  • certificato di stato libero o estratto riassunto dall'atto di matrimonio (se vi sono stati mutamenti rispetto ai dati comunicati in occasione del preliminare);
  • le chiavi di casa.

Gli obblighi del compratore

Il compratore a sua volta dovrà:

  • confermare se lo stato di fatto dell'immobile, visionato nel corso del sopralluogo, è conforme alla planimetria catastale;
  • confermare se usufruisce di agevolazioni fiscali per la prima casa e di eventuali crediti di imposta (ossia se è in procinto di vendere la prima casa o l'ha venduta da meno di un anno); in tale ultimo caso dovrà fornire al notaio l'atto di acquisto e di vendita della casa;
  • confermare se si è avvalso di un mediatore; in tal  caso occorrerà comunicare al notaio il nominativo del mediatore con relativi dati come sopra indicato.

All'atto di vendita il compratore dovrà fornire:

  • certificato di stato libero o estratto riassunto dall'atto di matrimonio;
  • eventuale certificazione notarile originale inerente la vendita del suo vecchio appartamento per il "credito di imposta";
  • copia di bonifici o mezzi di pagamento per caparra, prezzo dell'immobile e provvigione del mediatore.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su acquisto casa in sicurezza - gli obblighi del venditore.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Rosaria Proietti 28 aprile 2012 at 12:04

    Il preliminare di compravendita, se ben predisposto, “non solo obbliga entrambi i protagonisti della compravendita, ma al tempo stesso li tutela. Inoltre, il preliminare attraverso la trascrizione del contratto nei Registri Immobiliari da parte del notaio offre una ulteriore garanzia: ad esempio, l'acquirente sarà tutelato addirittura in caso di fallimento del venditore”.

1 14 15 16