Guida alla cancellazione dei protesti [Commento 5]

  • massimiliano 17 novembre 2009 at 19:01

    salve sono stato protestato . soltanto per puro caso l ho saputo.perche non ci è stata nessuna comunicaziobne da parte della banca.forse ho capito il perche è possibile che io ho firmato degli assegni con il conto della mia compagna per delega e lei non abbia pagato ,e io sono stato protestato?

    • c0cc0bill 17 novembre 2009 at 19:11

      Possibile.

      Ma recandosi in una qualsiasi Camera di Commercio può chiedere la visura del proprio protesto e capire in base a quale motivazione è stato la levato.

      Così si toglie il dubbio.

      L'archivio informatico dei protesti può essere consultato da chiunque, sia recandosi personalmente presso le camere di commercio sia via Internet mediante la sottoscrizione di apposite convenzioni con le camere di commercio stesse o con i distributori ufficiali di Infocamere, la società che gestisce il sistema informativo delle camere di commercio.

      La consultazione permette di cercare notizie sui protesti, estrarne gli elenchi e i rifiuti di pagamento su scala nazionale. Le ricerche possono avvenire per nome o con altre chiavi tipo la data e il luogo di levata o registrazione, il codice fiscale, la data di scadenza dell'atto protestato, la data di iscrizione al registro.

      Si può chiedere copia dell'elenco di tutte le iscrizioni dei 15 giorni precedenti a quello in cui è fatta la ricerca, nonchè copia delle variazioni al registro. Le informazioni devono sempre contenere la data del loro ultimo aggiornamento. La data di ricerca è registrata.

      Dietro pagamento di un diritto di segreteria è possibile inoltre chiedere una visura o una certificazione sull'esito della ricerca che, in caso positivo, dovrà contenere la causale del protesto.

1 3 4 5 6 7 10

Torna all'articolo