Cancellazione del protesto dopo cinque anni

L'iscrizione del protesto rimane per cinque anni, dopodiché la cancellazione dovrebbe avvenire in modo automatico. In caso contrario l'interessato potrà chiederla rivolgendosi al presidente della camera di commercio, il quale ha 20 giorni di tempo per disporla, rispondendo personalmente dell'attuazione del proprio provvedimento entro 5 giorni dalla sua emanazione.

Oltre al protesto: iscrizione alla CAI, segnalazione negli archivi dei “cattivi pagatori”

Quando ci si occupa di regolarizzare un protesto è bene anche verificare che non si sia stati iscritti al CAI o in una delle centrali rischi come “cattivi pagatori” (CRIF, CTC, EXPERIAN, Banca d'Italia, etc.).

Le procedure, infatti, sono differenti e possono essere attivate indipendentemente l'una dall'altra.

Le prime due, per quanto riguarda gli assegni, sono spesso contemporanee benchè sia possibile che un assegno non pagato -che ordinariamente viene iscritto alla CAI (centrale di allarme interbancaria)- non venga anche protestato.

E' bene sapere inoltre che è l'iscrizione al CAI che comporta la revoca all'emissione di assegni per un periodo di 6 mesi nonchè il divieto per qualunque banca o ufficio postale di pagare assegni emessi dal traente e aprire allo stesso nuovi conti.

Ciò anche nel caso in cui non ci sia stata la levata di protesto.

L'iscrizione alle centrali rischi, invece, si discosta dalle altre due procedure visto che riguarda esclusivamente mancati o ritardati pagamenti di rate di finanziamenti, che solo raramente avvengono con assegni o cambiali.

Dal sito ADUC - articolo originale

Per fare una domanda sulla cancellazione dal bollettino dei protestati, sui debiti e su tutti gli argomenti correlati, clicca qui.

18 agosto 2013 · Ludmilla Karadzic

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cancellazione del protesto dopo cinque anni.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • giovanni 20 giugno 2011 at 18:25

    un avvocato,che limite di tempo ha per richiedere il pagamento di un parcella a caso archiviato?grazie

    • dott. Emanuele Perrotta 20 giugno 2011 at 18:32

      Ciao Giovanni. Il tuo quesito andrebbe riproposto nella sezione "debiti" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrai inserire il tuo quesito e leggere la risposta degli esperti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

    1 8 9 10