Cancellazione del protesto illegittimo od erroneo

Nel caso in cui la levata di protesto sia ritenuta illegittima o errata, può essere chiesta cancellazione dell'iscrizione dal bollettino direttamente al presidente della camera di commercio.

La richiesta può essere presentata da un pubblico ufficiale o da una banca, nonchè dallo stesso soggetto protestato. Il presidente della camera di commercio deve pronunciarsi entro 20 gg dalla presentazione dell'istanza.

Se accoglie la richiesta dispone la cancellazione e cura, sotto la propria responsabilità , l'esecuzione della stessa entro 5 gg.

In caso di rigetto o di mancata risposta da parte del presidente della camera di commercio il debitore può ricorrere al giudice di pace oppure -in casi particolari- chiedere l'emissione di un provvedimento d'urgenza in Tribunale (ex articolo 700 codice di procedura civile), con l'ausilio di un legale.

Al riguardo è da tener presente una interessante sentenza di Cassazione (n.17415 del 30/8/04) secondo la quale la camera di commercio può essere chiamata in causa -anche con un provvedimento d'urgenza- per la cancellazione di un protesto illegittimo od errato ma non per il rimborso delle spese processuali nè tantomeno per l'eventuale richiesta del risarcimento danni che il soggetto coinvolto intendesse chiedere.

Ad essa, organo “intermediario” che si occupa della sola pubblicazione dei dati, non può infatti essere imputata la responsabilità dell'errore che, presumibilmente, ricade sull pubblico ufficiale levatore.
Nel caso si voglia andare in causa è comunque opportuno valutare bene i presupposti, magari con l'aiuto di un legale.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cancellazione del protesto illegittimo od erroneo.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • giovanni 20 giugno 2011 at 18:25

    un avvocato,che limite di tempo ha per richiedere il pagamento di un parcella a caso archiviato?grazie

    • dott. Emanuele Perrotta 20 giugno 2011 at 18:32

      Ciao Giovanni. Il tuo quesito andrebbe riproposto nella sezione "debiti" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrai inserire il tuo quesito e leggere la risposta degli esperti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

    1 8 9 10