Cancellazione del protesto a seguito del pagamento entro un anno

Il debitore che entro 12 mesi dalla levata del protesto esegue il pagamento di una cambiale protestata (tratta o pagherò ) maggiorata di interessi e spese - comprese quelle relative alle eventuali azioni esecutive messe in atto dal creditore (precetto e pignoramento) - può chiedere la cancellazione del protesto dagli appositi registri, ovvero dal cosiddetto bollettino.

Attenzione! La cancellazione dei protesti di assegni (anche se pagati prima di 12 mesi dalla levata del protesto) nonchè di cambiali (tratte o pagherò ) pagate oltre i 12 mesi dalla levata è possibile solo ottenendo la preventiva riabilitazione da parte del Tribunale (vedi più avanti).

Va presentata un'apposita istanza presso la Camera di commercio competente per territorio, pagando il bollo di 14,62 euro e i diritti di segreteria (8 euro per titolo, ai sensi del decreto del Ministero delle Attività Produttive del 30.10.2001).

Si dovrà allegare l'atto di protesto e il titolo quietanzato (dalla banca o dal creditore). In alternativa può essere allegato il certificato di una banca attestante il deposito, vincolato a al portatore, dell'importo del titolo maggiorato da interessi e spese (ai sensi dell'articolo 9 del dpr 290/1975).

Esso dovrà riportare i dati del titolo e del protesto o dovrà essere accompagnato dal certificato di protesto rilasciato dal pubblico ufficiale levatore. In alcuni casi (verificare con la specifica Camera) potrebbe essere sufficiente invece una semplice dichiarazione scritta del debitore.

Il presidente della camera di commercio deve pronunciarsi entro 20 gg dalla presentazione dell'istanza. Se accoglie la richiesta dispone la cancellazione e cura, sotto la propria responsabilità, l'esecuzione della stessa entro 5 gg.

Se mancasse risposta entro 20 gg o l'istanza non fosse accolta il debitore può rivolgersi al giudice di pace del suo luogo di residenza. Ovviamente la cosa va valutata opportunamente, possibilmente con l'aiuto di un legale.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cancellazione del protesto a seguito del pagamento entro un anno.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • giovanni 20 giugno 2011 at 18:25

    un avvocato,che limite di tempo ha per richiedere il pagamento di un parcella a caso archiviato?grazie

    • dott. Emanuele Perrotta 20 giugno 2011 at 18:32

      Ciao Giovanni. Il tuo quesito andrebbe riproposto nella sezione "debiti" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrai inserire il tuo quesito e leggere la risposta degli esperti anche come semplice ospite visitatore, non registrato.

    1 8 9 10