Recupero crediti di lavoro - ma se non ho i soldi per l'avvocato?

Questo è il motivo per cui è importante sapere che tutti coloro che hanno un reddito familiare inferiore a € 10.628,16, possono avvalersi dell'istituto del patrocinio a spese dello stato anche per il recupero di quanto spetta per il lavoro prestato; ciò consente a ogni dipendente che ne abbia i requisiti di scegliersi un avvocato gratis che, senza spese, proponga per suo conto un decreto ingiuntivo o altra azione giudiziale contro il datore di lavoro che non paga.

Il reddito imponibile limite per essere ammessi al gratuito patrocinio è stato aumentato lo scorso 20 gennaio 2009 così arrivando alla predetta soglia di € 10.628,16.

Bisogna però ricordare che, quando si convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito è costituito dalla somma dei redditi conseguiti da ogni componente della famiglia, compreso l'istante.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su recupero crediti di lavoro - ma se non ho i soldi per l'avvocato?. Clicca qui.

Stai leggendo Recupero crediti di lavoro - ma se non ho i soldi per l'avvocato? Autore Carla Benvenuto Articolo pubblicato il giorno 28 agosto 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 26 dicembre 2016 Classificato nella categoria recupero crediti di lavoro Inserito nella sezione recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 2

Contenuti suggeriti da Google

Altre info