CONTENUTO DELLA CAMBIALE

Nella cambiale deve esserci:

  • la denominazione di cambiale (o vaglia o pagherò cambiario) inserita nel contesto del titolo ed espressa nella lingua in cui esso è redatto;
  • l'ordine incondizionato di pagare una determinata somma (per la tratta) o l'incondizionata promessa di pagare (per il vaglia cambiario);
  • il nome, il luogo e la data di nascita -oppure il codice fiscale- di chi è designato a pagare (soggetto detto "trattario" per le tratte ed "emittente" per i pagherò );
  • l'indicazione della scadenza e del luogo di pagamento (inteso come il Comune);
  • il nome di colui al quale o all'ordine del quale deve farsi il pagamento (soggetto detto "beneficiario"). Non sono ammesse cambiali "al portatore";
  • l'indicazione del luogo e della data dove la cambiale è emessa;
  • la sottoscrizione di colui che emette la cambiale (soggetto detto "traente" nel caso di tratta ed "emittente" nel caso di pagherò ). Nei pagherò (vaglia cambiari) deve anche essere indicato il codice fiscale dell'emittente oppure il luogo e la data di nascita.

Nel caso in cui manchi una dei dati sopra esposti, il documento non ha valore di cambiale (si parla di valore giuridico di "titolo esecutivo", che apre le porte alle azioni esecutive in caso di mancato pagamento).

Costituiscono eccezione a questa regola:

  • la mancanza del luogo di pagamento. In tal caso si considera luogo del pagamento (e domicilio del trattario) il luogo indicato a fianco del nome del trattario o dell'emittente (per i pagherò ). Se vengono indicati più luoghi di pagamento, s'intende che il portatore/beneficiario possa presentare il titolo all'incasso (o all'accettazione) in qualunque di essi;
  • la mancanza del luogo di emissione. In questo caso la cambiale si intende emessa nel luogo indicato accanto al nome del traente o dell'emittente (per i pagherò );
  • la mancanza della data di scadenza. In questo caso la cambiale si intende "a vista".

Il termine massimo perché si provveda al completamento delle parti mancanti è di 3 anni.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Giuseppe82 9 luglio 2012 at 10:00

    Una società di Recupero Crediti mi richiede il pagamento delle cambiali che mi hanno fatto firmare da un loro addetto praticamente per strada.

    Era una società che gestiva il credito che mi richiedeva il pagamento di oltre 10.000 euro.

    Dopo le richieste di documentazione il credito passa nuovamente nelle mani della società creditrice, la quale adesso mi richiede il pagamento delle cambiali per un importo complessivo minore di quello vantato dalla società di recupero crediti (parliamo di oltre 2000 euro in meno) che a breve, in quanto scadute, verranno protestate.

    La società di recupero crediti voleva fregarmi, facendomi firmare per un importo superiore? sono valide le cambiali a piano di rientro firmate per strada con l'addetto del recupero crediti?

    • Ornella De Bellis 9 luglio 2012 at 10:40

      A meno che lei non possa presentare denuncia, suffragata da testimonianze, che è stato costretto a firmare dietro minaccia, le cambiali sottoscritte sono, purtroppo, validissime.

    1 11 12 13