SMARRIMENTO, FURTO O DISTRUZIONE DELLA CAMBIALE

In questi casi il portatore può fare denuncia al trattario e chiedere l'ammortamento del titolo con ricorso al presidente del Tribunale del luogo in cui la cambiale è pagabile, o al giudice di pace del luogo in cui egli ha domicilio.

Il giudice, fatte le dovute verifiche, emetterà un decreto con il quale pronuncia l'ammortamento della cambiale e ne autorizza il pagamento dopo 30 giorni dalla data di pubblicazione del decreto stesso sulla GU nel caso di cambiali a vista, oppure alla data della scadenza se questa è successiva alla pubblicazione. Il decreto dev'essere notificato al trattario.

Se tale termine decorre senza opposizioni o qualora l'opposizione venga rigettata, la cambiale smarrita non ha più alcuna efficacia. Colui che ha ottenuto il decreto di ammortamento può pertanto esigere il pagamento.

Per fare una domanda sulle cambiali, sugli  assegni, su altri strumenti di pagamento e su tutti gli argomenti correlati clicca qui.

31 luglio 2013 · Chiara Nicolai

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su smarrimento, furto o distruzione della cambiale.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 5 6 7