Guida al ricorso tributario - indebitati.it

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina.

Ricorso tributario – guida

Appartengono alla giurisdizione delle Commissioni Tributarie tutte le controversie aventi a oggetto i tributi di ogni genere e specie comunque denominati, compresi quelli regionali, provinciali e comunali e il contributo per il servizio sanitario nazionale, nonché le sovrimposte, le addizionali, le sanzioni amministrative, comunque irrogate da Uffici finanziari, gli [ ... leggi tutto » ]

Ricorso - Giurisdizione delle commissioni tributarie

Le Commissioni Tributarie sono organi giurisdizionali speciali che, in posizione di terzietà rispetto alle parti, esercitano funzioni giudicanti nelle controversie in materia tributaria. Qualsiasi contribuente può rivolgersi alla Commissione Tributaria per chiedere l'annullamento o la modifica di un atto tributario, se ritiene illegittima la pretesa dell'ente impositore. La giurisdizione [ ... leggi tutto » ]

Ricorso - Parti del processo tributario

Sono parti del processo tributario: il ricorrente, l'ufficio finanziario o l'ente locale o il concessionario del servizio della riscossione che ha emanato l'atto impugnato o non ha emanato l'atto richiesto (articolo 10, decreto legislativo numero 546/92). Il ricorrente è l'autore del ricorso, inteso come colui che rappresenta al giudice [ ... leggi tutto » ]

Ricorso - Competenza delle commissioni tributarie

Le Commissioni Tributarie Provinciali sono competenti per le controversie proposte nei confronti degli uffici finanziari, degli enti locali o dei concessionari del servizio della riscossione, che hanno sede nella loro circoscrizione. Le Commissioni Tributarie Regionali sono competenti per le impugnazioni contro le decisioni delle Commissioni Tributarie Provinciali, che hanno [ ... leggi tutto » ]

Ricorso tributario - Termini di impugnazione della sentenza

Il termine per l’impugnazione della sentenza emessa dalla Commissione Tributaria è di 60 giorni dalla sua notifica, effettuata su istanza di parte. Indipendentemente dalla notifica, il termine è di un anno dalla data del deposito della sentenza in segreteria (articolo 327, codice di procedura civile). Nel caso di revocazione [ ... leggi tutto » ]

Ricorso tributario - Costituzione in giudizio della parte ricorrente

Il ricorrente, entro 30 giorni dalla proposizione del ricorso (articolo 22, decreto legislativo numero 546/92), deve depositare o spedire per posta, in plico raccomandato senza busta con avviso di ricevimento, presso la segreteria della Commissione Tributaria Provinciale il ricorso notificato, o copia del ricorso consegnato o spedito per posta, [ ... leggi tutto » ]

Ricorso tributario - Costituzione in giudizio della parte resistente

L'ufficio finanziario, l'ente locale o il concessionario del servizio di riscossione nei cui confronti è stato proposto il ricorso si costituiscono in giudizio entro 60 giorni dalla data in cui il ricorso è stato notificato, consegnato o ricevuto a mezzo del servizio postale (articolo 23, decreto legislativo numero 546/92). [ ... leggi tutto » ]

Ricorso Tributario - Misure cautelari

Il ricorrente, se dall'atto impugnato può derivargli un danno grave e irreparabile, può chiedere alla Commissione Tributaria Provinciale competente la sospensione dell'esecuzione dell'atto impugnato (articolo 47, decreto legislativo numero 546/92). La richiesta di sospensione può essere proposta per gli avvisi di accertamento, di liquidazione del tributo, di riscossione, di [ ... leggi tutto » ]

Svolgimento del processo tributario

Il Presidente della Commissione nomina il relatore e fissa la trattazione della controversia. La segreteria ha l'obbligo di comunicare alle parti costituite la data di trattazione. La comunicazione deve essere effettuata alle parti almeno 30 giorni prima della data fissata. Al fine di garantire la miglior difesa possibile, le [ ... leggi tutto » ]

Conciliazione giudiziale - Che cosa è

La conciliazione giudiziale è uno strumento predisposto per consentire una definizione concordataria delle liti fiscali (articolo 48, decreto legislativo numero 546/92). Con la conciliazione le parti fissano l'importo del tributo e delle altre somme dovute, estinguendo il contenzioso. Possono formare oggetto dell'accordo conciliativo tutte le controversie tributarie, purché si [ ... leggi tutto » ]

Sentenza del processo tributario

La sentenza è l'atto conclusivo del processo tributario. E' pronunciata in nome del popolo italiano ed è intestata alla Repubblica italiana e deve contenere: - l'indicazione della composizione del collegio, delle parti e dei loro difensori; - la breve esposizione dello svolgimento del processo; - le richieste delle parti; [ ... leggi tutto » ]

Impugnazione della sentenza emessa dalla Commissione Tributaria Provinciale - Appello

Contro le sentenze delle Commissioni Tributarie Provinciali si può ricorrere proponendo appello alla Commissione Tributaria Regionale competente. L'atto di appello deve contenere le seguenti indicazioni: - la Commissione Tributaria Regionale cui è diretto; - l'appellante e le altre parti nei cui confronti è proposto l'appello; - gli estremi della [ ... leggi tutto » ]

Ricorso per Cassazione della sentenza emessa dalla Commissione Tributaria Regionale

Le sentenze pronunciate dalle Commissioni Tributarie Regionali possono essere impugnate con ricorso per Cassazione al fine di eliminare i vizi di legittimità contenuti nella decisione. I vizi di legittimità sono comunemente raggruppati in due categorie: errori in cui è incorso il giudice nella individuazione e applicazione delle norme al [ ... leggi tutto » ]

Revocazione della sentenza emessa dalla Commissione Tributaria provinciale e regionale

Contro le sentenze delle Commissioni Tributarie Provinciali e Regionali che riguardano accertamenti di fatto o che non sono più impugnabili o che non sono state impugnate, è possibile avvalersi della revocazione, purché si verifichino le seguenti tassative ipotesi: dolo di una parte a danno dell'altra; formazione del giudizio in [ ... leggi tutto » ]

Spese del giudizio nel ricorso tributario

La parte soccombente è condannata a rimborsare le spese del giudizio, che sono liquidate con la sentenza. Tuttavia, la Commissione Tributaria può dichiarare compensate in tutto o in parte le spese di giudizio quando vi è soccombenza reciproca o quando ricorrano altri giusti motivi. Nel caso di estinzione del [ ... leggi tutto » ]

Ricorso per ottemperanza della sentenza emessa dalle Commissioni Tributarie

Nell'ipotesi di mancata esecuzione della sentenza, la parte che vi ha interesse può richiedere l'ottemperanza agli obblighi derivanti dalla sentenza della Commissione Tributaria passata in giudicato. Il ricorso è proponibile solo dopo la scadenza del termine entro il quale è prescritto dalla legge l'adempimento dell'obbligo previsto dalla sentenza a [ ... leggi tutto » ]

Ricorso tributario - Apposizione formula esecutiva

La sentenza di condanna dell'ufficio finanziario o del concessionario del servizio di riscossione al pagamento di somme dovute, sia essa emessa dalla Commissione Provinciale o in grado di appello dalla Commissione Regionale, non è immediatamente esecutiva, ma può essere eseguita solo dopo il passaggio in giudicato, cioè quando si [ ... leggi tutto » ]

Ricorso tributario - Fonti normative

Articolo 30, legge 30 dicembre 1991, numero 413 (delega per la revisione della disciplina e l'organizzazione del contenzioso tributario). Decreto legislativo 31 dicembre 1992, numero 545 (ordinamento degli organi speciali di giurisdizione tributaria ed organizzazione degli uffici di collaborazione in attuazione della delega al Governo contenuta nell'articolo 30 delle [ ... leggi tutto » ]