Ricorso tributario - Termini di impugnazione della sentenza

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Il termine per l'impugnazione della sentenza emessa dalla Commissione Tributaria è di 60 giorni dalla sua notifica, effettuata su istanza di parte. Indipendentemente dalla notifica, il termine è di un anno dalla data del deposito della sentenza in segreteria (articolo 327, codice di procedura civile).

Nel caso di revocazione per dolo di una delle parti, prove false, rinvenimento di documenti decisivi e dolo del giudice (articolo 395, codice di procedura civile, punti 1, 2, 3 e 6), il termine di 60 giorni decorre dalla data in cui è stato scoperto il dolo o sono state dichiarate false le prove o è stato recuperato il documento o è passata in giudicato la sentenza che accerta il dolo.

Termine per l'impugnazione in Corte di Cassazione

Il ricorso in Cassazione è previsto per i motivi indicati nei numeri da 1) a 5) dell'articolo 360, codice di procedura civile entro 60 giorni dalla notifica della sentenza della Commissione Tributaria Regionale. Indipendentemente dalla notifica, il termine è di un anno dalla data del deposito della sentenza in segreteria (articolo 327, codice di procedura civile).

Quando la Corte di Cassazione rinvia la causa alla Commissione Tributaria Provinciale o Regionale, la riassunzione deve essere fatta nei confronti di tutte le parti personalmente entro un anno dalla pubblicazione della sentenza.

Le decisioni della Commissione Tributaria Centrale possono essere impugnate in Cassazione ai sensi dell'articolo 111 della Costituzione, entro 60 giorni dalla notifica o, indipendentemente dalla notifica, entro un anno (articolo 327, codice di procedura civile).

Sospensione feriale nel ricorso tributario

La decorrenza dei termini processuali è sospesa di diritto ogni anno dal 1° agosto al 15 settembre e riprende a decorrere dalla fine del periodo di sospensione.

Quando la decorrenza ha inizio durante il periodo di sospensione l'inizio della stessa è differito alla fine del periodo di sospensione.

Giudizio di ottemperanza

Il ricorso è proponibile solo dopo la scadenza del termine di prescrizione dell'adempimento degli obblighi a carico dell'ufficio finanziario o dell'ente locale, derivanti dalla sentenza passata in giudicato o, in mancanza, dopo 30 giorni dalla loro messa in mora a mezzo ufficiale giudiziario e fino a quando l'obbligo non sia estinto.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.