Guida al pignoramento dello stipendio e della pensione

Guida al pignoramento di stipendio pensione e crediti alimentari - di quanti quinti sarà il quantum

E' sempre più frequente il ricorso del creditore a quelle norme, previste e disciplinate dagli articoli 543 e seguenti del codice di procedura civile, finalizzate ad aggredire i crediti vantati dai debitori a titolo di retribuzioni, pensioni e crediti alimentari. Ciò è stato reso possibile da una serie di [ ... leggi tutto » ]

Crediti impignorabili - Crediti alimentari percepiti ex articolo 433 codice civile

I crediti alimentari non sono altro che gli assegni periodici, anche non riconducibili a provvedimenti dell'Autorità giudiziaria, corrisposti al beneficiario: dal coniuge; dai figli legittimi o legittimati o naturali o adottivi, e, in loro mancanza, dai discendenti prossimi, anche naturali; dai genitori e, in loro mancanza, dagli ascendenti prossimi, [ ... leggi tutto » ]

Crediti impignorabili - Crediti  alimentari  determinatisi in seguito a separazione legale e finalizzati a garantire le più elementari esigenze di vita

E' opportuno operare, anche per il prosieguo, una netta distinzione fra crediti alimentari e crediti necessari al mantenimento. I crediti funzionali al "mantenimento del tenore di vita"  non presuppongono una situazione di bisogno, ma sono finalizzati a garantire al debitore quanto occorre ad assicurargli di soddisfare le più svariate [ ... leggi tutto » ]

I crediti pignorabili al debitore - Crediti vantati in seguito a separazione legale e finalizzati a garantire la conservazione dello stesso tenore di vita economico goduto durante il matrimonio

Costituiscono crediti pignorabili anche gli assegni periodici ricevuti dal coniuge in seguito alla separazione legale ed effettiva o allo scioglimento o annullamento o alla cessazione degli effetti civili del matrimonio. Il credito  pignorabile è, in questo caso,  l’importo  indicato nel provvedimento dell'autorità giudiziaria finalizzato a  garantire all'ex coniuge la [ ... leggi tutto » ]

I crediti pignorabili al debitore - Crediti da lavoro dipendente e assimilati e da pensione

Costituiscono crediti da lavoro dipendente e assimililati: stipendio, salario, assegno dovuto ai lavoratori socialmente utili (LSU), altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego (cassa integrazione e/o disoccupazione); indennità di buonuscita, indennità integrativa speciale (IIS), trattamento di fine rapporto [ ... leggi tutto » ]

I debiti all'origine del pignoramento - Debiti per alimenti dovuti ex articolo 433 codice civile

Costituiscono debiti alimentari gli assegni periodici dovuti a parenti ed affini, anche non risultanti da provvedimenti dell'Autorità giudiziaria, derivanti dall'obbligo previsto dall'articolo 433 del codice civile, da corrispondere: al coniuge; ai figli legittimi o legittimati o naturali o adottivi, e, in loro mancanza, ai discendenti prossimi, anche naturali; ai [ ... leggi tutto » ]

I debiti all'origine del pignoramento - Debiti per alimenti e mantenimento dovuti in seguito a separazione legale

Costituiscono debiti alimentari e di mantenimento gli assegni periodici da corrispondere al coniuge in seguito alla separazione legale ed effettiva o allo scioglimento o annullamento o alla cessazione degli effetti civili del matrimonio, così come indicato nel provvedimento dell'autorità giudiziaria. [ ... leggi tutto » ]

I debiti all'origine del pignoramento - Debiti speciali o qualificati

Di seguito i debiti all'origine del pignoramento che possono classificarsi in debiti speciali o qualificati: debiti verso lo Stato e verso gli altri enti e la pubblica amministrazione in genere, aziende e società private, derivanti dal rapporto di impiego o di lavoro; debiti derivanti da indebite prestazioni percepite a [ ... leggi tutto » ]

Regole di pignorabilità di stipendi e pensioni

Fermo restando i principi secondo i quali: la quota pignorata dello stipendio o della pensione non può superare la metà dell'importo percepito dal lavoratore o dal pensionato, al netto delle ritenute di legge; nel caso di cessioni preesistenti alla notifica del pignoramento la quota pignorata dello stipendio o della [ ... leggi tutto » ]

A quanto ammonta l'importo "minimo vitale"?

Attualmente l'importo "minimo vitale" riconosciuto da alcuni giudici si aggira intorno ai 460 euro mensili. In pratica si prende a riferimento il trattamento minimo pensionistico.  Il trattamento minimo è un'integrazione che lo Stato, tramite l'Inps, corrisponde al pensionato quando la pensione, che deriva dal calcolo dei contributi, è di [ ... leggi tutto » ]

Riferimenti normativi e di giurisprudenza sul pignoramento di stipendio e pensione

L'espropriazione presso terzi è disciplinata dal codice di procedura civile, nel suo aspetto particolare, dagli articoli dal 543 al 554. Altre norme (quelle di cui agli articoli 75, 76 e 77 del DPR 29 settembre 1973 numero 502) si occupano dell’espropriazione esattoriale presso terzi. Successivamente, per regolare il pignoramento [ ... leggi tutto » ]