Un caso reale di furto di identità - la storia di Paolo [Commento 8]

  • pippo 13 luglio 2010 at 20:20

    hanno aperto un conto corrente on-line ,presso la iw banck , usando il mio nome ,cognome , data di nascita , con una carta ditentità falsa ,e una tessera sanitaria con mio c.f., la mancanza di idonea verifica per l'attendibilità dei documenti della iw bank è servita a fare transitare soldi dal conto arancio al sopra indicato conto corrente , le indagini sono in corso , la legge è lunga i truffatori hanno vita facile . gli intermediari che siano banche , poste , finaziare ecc. interpretano le leggi ha sua convenienza è le normali procedure di riconoscimento vengono tralasciate permettendo quello che accade , il loro interesse e solo quello di avere sempre più clienti , attenti hai conti on-line ,zero spese grossi pericoli . chi subisce una truffa viene sottoposto ad uno stress giornaliero non indifferente , stress che viene fatto pesare ai familiare , agli amici ,sul posto di lavoro , per le strade , da quel momento sembra che tutto ti vada storto , che tutti sono contro di te , cerchi spiegazioni e nessuno ti da certezza , cerchi aiuto e nessuno risolve il problema ,ti dai le colpe di quello che è successo , quando tu colpe non ne hai . le colpe sono del sistema , che certamente non hai creato tu ,lo hai subito

1 6 7 8 9

Torna all'articolo