La gestione e i numeri del fondo di garanzia prima casa

La gestione del fondo di garanzia prima casa è affidata alla Consap, la società a totale capitale pubblico, che opera già come braccio operativo per il funzionamento di altri strumenti di intervento nel settore della casa, come il fondo per la sospensione del pagamento della rate dei mutui dovuta all'insorgere di difficoltà economica del mutuatario.

I finanziatori, le banche, raccoglieranno le richieste, ne verificheranno la completezza e la regolarità formale e le trasmetteranno alla Consap che esaminerà le domande e verserà le somme dovute.

La garanzia scatta nel momento in cui chi ha fatto il mutuo è inadempiente verso l'istituto bancario che ne darà comunicazione a Consap.

A questo punto il finanziatore procederà con una intimazione al mutuatario per il pagamento del debito entro dodici mesi dalla comunicazione a Consap.

Come accennato, per il triennio 2014/2016 il Governo ha stanziato 200 milioni di Euro annui, che andranno a finanziare il fondo.

Tuttavia, poiché il decreto prevede di accantonare, per ogni mutuo, il 10% del capitale garantito, ogni anno possono essere rilasciate fideiussioni per 2 miliardi di Euro che corrispondono a 16.000 mutui dell'importo massimo ammesso.

Numeri alla mano, l'impatto di questa iniziativa nel mercato immobiliare ed edile potrebbe essere del tutto rilevante.

Tuttavia, se il fondo si tramuterà effettivamente in nuove abitazioni e in nuovi interventi edilizi è presto per anticiparlo, in quanto molto dipenderà anche dalle condizioni che banche e istituti finanziari offriranno ai possibili soggetti interessati per la stipula dei mutuo.

Un freno all'iniziativa, potrebbe avvenire, infatti, dalla difficoltà di sostenere l'ammortamento dei mutui, le cui rate dipendono dai prezzi delle case, che seppur calati restano alti rispetti ai redditi percepiti.

La garanzia statale dovrebbe essere anche un potenziale strumento per fare diminuire i tassi di interesse applicati dalle banche sui mutui ipotecari: la garanzia statale, diminuendo il rischi di insolvenza al quale sono esposte le banche dovrebbe portare loro ad una diminuzione del tasso applicato.

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità o per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la gestione e i numeri del fondo di garanzia prima casa. Clicca qui.

Stai leggendo La gestione e i numeri del fondo di garanzia prima casa Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 3 settembre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 22 giugno 2016 Classificato nella categoria mutui agevolati per giovani coppie anche con contratto di lavoro atipico Inserito nella sezione mutui per acquisto casa e affitti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

cerca