Controversie in materia di prestazioni del Fondo di garanzia per il TFR - Entro quanto tempo dalla data di presentazione della domanda può essere proposta azione giudiziale

Per le controversie in materia di prestazioni del Fondo di garanzia per il trattamento di fine rapporto, in mancanza di un provvedimento esplicito sulla domanda dell'assicurato, l'azione giudiziaria può essere proposta, a pena di decadenza, entro il termine di un anno e trecento giorni dalla data di presentazione della richiesta di prestazione.

Infatti, la normativa vigente (articolo 4 decreto legge 438/92) prevede, per le controversie in materia di prestazioni del Fondo di garanzia per il trattamento di fine rapporto che l'azione giudiziaria possa essere proposta, a pena di decadenza, entro il termine di un anno dalla data dalla data di comunicazione della decisione sull'istanza presentata dal lavoratore pronunziata dai competenti organi dell'istituto o dalla data di scadenza del termine stabilito per la pronunzia della predetta decisione, ovvero dalla data di scadenza di termini prescritti per l'esaurimento del procedimento amministrativo.

Quando non c'è un provvedimento esplicito sulla domanda dell'assicurato, vanno considerati due ulteriori termini presuntivi: il primo di centoventi giorni dalla data di presentazione della richiesta di prestazione (formazione del silenzio rifiuto sulla richiesta agli istituti previdenziali e assistenziali) e di centottanta giorni (contenzioso in materia di prestazioni INPS).

Queste le indicazioni, in tema di decadenza per la richiesta di prestazione del Fondo di garanzia per il trattamento di fine rapporto gestito dall'INPS, che i giudici della Corte di cassazione hanno inteso fornire nell'ambito della sentenza 24730/15.

8 gennaio 2016 · Patrizio Oliva

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su controversie in materia di prestazioni del fondo di garanzia per il tfr - entro quanto tempo dalla data di presentazione della domanda può essere proposta azione giudiziale.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.