Schema procedurale per l'erogazione del credito ai genitori dei neonati

Il beneficiario, scelta nell'elenco pubblicato sul sito Internet del Dipartimento per le Politiche della famiglia, la Banca/Intermediario finanziario presso cui richiedere il finanziamento, formalizza per iscritto la richiesta di accesso al fmanziamento utilizzando la modulistica in uso a tale scopo presso la Banca/Intermediario finanziario e dichiarando:

  • le proprie generalità e quelle del minore nato o adottato (specificando in tal caso gli estremi del provvedimento);
  • l'esercizio della potestà genitoriale sul minore, specificando se esercita tale potestà da solo o insieme ad altro soggetto;
  • in caso di esercizio della potestà condiviso, generalità dell'altro soggetto e dichiarazione che è richiesto un solo prestito per ogni minore.

Il finanziamento beneficia della garanzia del "Fondo di credito per i nuovi nati", istituito presso il Dipartimento per le Politiche della Famiglia, secondo le modalità e le condizioni previste dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 settembre 2009.

La Banca/Intermediario finanziario perfeziona gli adempimenti per l'erogazione del finanziamento e quelli relativi alla richiesta di ammissione alla garanzia del Fondo.

Il gestore del Fondo accerta la disponibilità finanziaria e ammette il fmanziamento alla garanzia.

La Banca/Intermediario fmanziario, accertata l'ammissione alla garanzia del Fondo, delibera autonomamente sull'erogazione del finanziamento e provvede ad accreditare al beneficiario l'importo corrispondente in base alle modalità concordate con il beneficiario Le informazioni relative all'erogazione del finanziamento e alla concessione della garanzia sono inviate in via telematica al Sistema Informativo.

E' possibile estinguere il debito in un'uruca soluzione o con rate da concordarsi al momento della sottoscr1ZlOne del contratto di fmanziamento.

L'arco temporale di restituzione del finanziamento deve essere concordato con la Banca/Intermediario fInanziario.

In caso di inadempimento del beneficiario del finanziamento, la Banca/Intermediario, decorsi novanta giorni dalla data di scadenza della prima rata rimasta, anche parzialmente, insoluta, avvia gli adempimenti previsti in caso di intervento della garanzia del Fondo.

Nel caso in cui risulti che la concessione delle agevolazione è stata determinata da dichiarazioni mendaci o false attestazioni, si provvede alla revoca a norma dell'articolo 9 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 settembre 2009.

12 agosto 2012 · Ludmilla Karadzic

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su schema procedurale per l'erogazione del credito ai genitori dei neonati.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.