Ho avallato cambiali a titolo di garanzia

Io ho un lavoro partime di 30 ore a settimana, su questo stipendio causa finanziamento non pagato ad una banca, mi hanno pignorato dal settembre 2011 il quinto dello stipendio circa 170 euro al mese.

Tempo fa circa due anni, ho avallato a titolo di garanzia delle cambiali (la mia firma è come secondo garante, la prima è del fratello del debitore).

Ora scopro che probabilmente il debitore non che titolare delle cambiali, potrebbe non pagarle.

Vi chiedo. Se così dovesse essere, cosa può succedere?

Io non posso pagare ( la cifra della cambiale è di 586.00 euro e c'è ne sono ancora una ventina da pagare) del mio stipendio mi rimangono 660.00 euro al mese meno 400.00 di affitto devo vivere con 260.00 euro tra bollette, spesa, ( non ho un auto). Possono pignorarmi un'altro quinto dello stipendio? oppure dovranno aspettare che finisco di pagare il mio debito con la banca( ci vorrà circa 15 anni)?

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ho avallato cambiali a titolo di garanzia. Clicca qui.

Stai leggendo Ho avallato cambiali a titolo di garanzia Autore Genny Manfredi Articolo pubblicato il giorno 12 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria assegni cambiali e conti correnti - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca