Figli minori e violazione dell'obbligo di mantenimento - quando sussiste reato

L'omesso versamento del mantenimento per i figli minori costituisce reato solo se questi restano privi dei mezzi di sussistenza (articolo 570 del Codice penale)

L'articolo 570, comma 2, numero 2, del Codice penale punisce come reato la violazione da parte dei genitori dell'obbligo di assicurare i mezzi di sussistenza ai figli minori in stato di bisogno, anche a prescindere da una statuizione del giudice civile sull'importo del mantenimento.

Tale ipotesi di reato è ben diversa da quella prevista dall'articolo 12-sexies della legge 1 dicembre 1970, numero 898, che punisce il mero inadempimento dell'obbligo di corresponsione ai figli, senza limitazione di età, dell'assegno di mantenimento stabilito dal giudice in sede di divorzio.

Quest'ultima fattispecie prescinde dalla prova dello stato di bisogno dell'avente diritto, essendo appunto sufficiente, si ribadisce, il mero inadempimento dell'obbligo stabilito dalla sentenza divorzile.

Al contrario, al fine della responsabilità penale per il reato di cui all'articolo 570 del Codice penale, si deve verificare in concreto sia che l'imputato abbia consapevolmente contravvenuto agli obblighi nei confronti dei figli pur essendo in grado di farvi fronte, sia l'effettiva mancanza di mezzi di sussistenza da parte dei figli minori (Cassazione, sentenza 8 maggio 2014, numero 18951).

13 luglio 2014 · Antonella Pedone

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su figli minori e violazione dell'obbligo di mantenimento - quando sussiste reato. Clicca qui.

Stai leggendo Figli minori e violazione dell'obbligo di mantenimento - quando sussiste reato Autore Antonella Pedone Articolo pubblicato il giorno 13 luglio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 4 marzo 2017 Classificato nella categoria famiglia separazione e divorzio - assegnazione casa e assegno di mantenimento coniuge separato o divorziato Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info