Nessuna eccezione può essere opposta al creditore da chi sottoscrive un contratto autonomo di garanzia

Come abbiamo avuto modo di vedere, il contratto autonomo di garanzia e quello di fideiussione si differenziano radicalmente quanto alle eccezioni che il garante può opporre al creditore. Nel contratto autonomo di garanzia il garante, essendo il rapporto con il il creditore beneficiario completamente autonomo, non può opporre al creditore la nullità di un patto relativo al rapporto fondamentale, salvo che dipenda da contrarietà a norme imperative oppure che, attraverso il medesimo contratto autonomo, si intenda assicurare il risultato vietato dall'ordinamento.

L'exceptio doli è la possibilità accordata dall'ordinamento, di opporsi ad un'altrui pretesa o eccezione che, sebbene in astratto fondata, è in concreto espressione dell'esercizio doloso o scorretto di un diritto, finalizzato alla realizzazione di interessi ritenuti non meritevoli di tutela da parte dell'ordinamento stesso.

L'exceptio doli è sempre ammessa e può essere opposta dal garante anche in un contratto autonomo di garanzia. Secondo la prevalente giurisprudenza, infatti, in presenza di un contratto autonomo di garanzia a prima richiesta, l'exceptio doli che può giustificare il mancato pagamento del garante in favore del garantito deve riguardare la collusione di quest’ultimo nell'escussione abusiva o fraudolenta della garanzia da parte del beneficiario.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su nessuna eccezione può essere opposta al creditore da chi sottoscrive un contratto autonomo di garanzia.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.