Quando l'acquirente della casa in costruzione può beneficiare delle tutele di legge

Affnchè l'acquirente possa fruire dei benefici previsti dalla legge, deve trattarsi di una persona fisica con ben precisi requisiti. In particolare è necessario che il soggetto:

  1. sia promissaria acquirente o che acquisti un immobile da costruire;
  2. ovvero, abbia stipulato un contratto che abbia o possa avere per effetto l'acquisto o comunque il trasferimento non immediato di un immobile da costruire (compreso il leasing);
  3. acquisti per sé ovvero per un proprio parente in primo grado (ad es. il figlio);
  4. si sia impegnato con una cooperativa edilizia per ottenere l'assegnazione di un immobile da costruire per iniziativa della stessa.

La disciplina del decreto legislativo 122/2005 non si applica pertanto se ad acquistare non sia una persona fisica (ad es. una società, un'associazione, una fondazione o un altro ente).

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su quando l'acquirente della casa in costruzione può beneficiare delle tutele di legge. Clicca qui.

Stai leggendo Quando l'acquirente della casa in costruzione può beneficiare delle tutele di legge Autore Ludmilla Karadzic Articolo pubblicato il giorno 23 febbraio 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria garanzie e fideiussioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 2 3 4

Contenuti suggeriti da Google

Altre info