Quando l'acquirente della casa in costruzione può beneficiare delle tutele di legge

Affnchè l'acquirente possa fruire dei benefici previsti dalla legge, deve trattarsi di una persona fisica con ben precisi requisiti. In particolare è necessario che il soggetto:

  1. sia promissaria acquirente o che acquisti un immobile da costruire;
  2. ovvero, abbia stipulato un contratto che abbia o possa avere per effetto l'acquisto o comunque il trasferimento non immediato di un immobile da costruire (compreso il leasing);
  3. acquisti per sé ovvero per un proprio parente in primo grado (ad es. il figlio);
  4. si sia impegnato con una cooperativa edilizia per ottenere l'assegnazione di un immobile da costruire per iniziativa della stessa.

La disciplina del decreto legislativo 122/2005 non si applica pertanto se ad acquistare non sia una persona fisica (ad es. una società, un'associazione, una fondazione o un altro ente).

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su quando l'acquirente della casa in costruzione può beneficiare delle tutele di legge.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • fdrc81 31 gennaio 2016 at 21:31

    Quindi non è vero che non c'è nessun istututo che presta fideiussione per le cooperative. Il presidente mi ha detto che non la facevano perché non c'era nessuno (banca o assicurazione) disposto a farla, e che se ne avessi trovato uno l'avrebbero fatta. Grazie per le informazioni.

    • Annapaola Ferri 11 febbraio 2016 at 05:30

      Sì. Quella fornitale credo sia una informazione non corretta.

    1 2 3 4