Vendita del veicolo in caso di preavviso di fermo amministrativo

Veniamo invece al caso in cui si fosse ricevuto unicamente un preavviso di fermo amministrativo.

Il preavviso di fermo amministrativo è un atto con cui si invita il debitore a mettersi in regola nei successivi 30 giorni (prima erano 20; la modifica è stata introdotta dal decreto del fare) con l'avvertenza che, in caso di mancato pagamento, si procederà all'iscrizione del fermo amministrativo sul veicolo a motore.

In questo arco di tempo il debitore ha la possibilità di vendere il proprio mezzo.

Qualora non ci riuscisse, sempre nel limite dei 30 giorni, è possibile richiedere ad equitalia la rateazione del debito.

Infatti, l'Agente della riscossione non può iscrivere il fermo amministrativo nei confronti di un contribuente che ha chiesto e ottenuto di pagare a rate.

La misura cautelare è iscrivibile solo se l'istanza è respinta o se il debitore decade dal beneficio della rateazione.

Così facendo, quindi, il fermo amministrativo che stava per essere applicato viene momentaneamente sospeso.

Il debitore può così prendere ulteriore tempo e magari, nel frangente, riuscire a vendere l'autovettura, ed, eventualmente, col ricavato, estinguere anticipatamente il debito con Equitalia.

16 novembre 2013 · Carla Benvenuto

Briciole di pane - navigare a ritroso nelle sezioni

debiti origine conseguenze tutele
conseguenze dei debiti
preavviso di fermo amministrativo e fermo amministrativo
autovettura sottoposta a fermo amministrativo » e’ possibile venderla?

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su vendita del veicolo in caso di preavviso di fermo amministrativo. Clicca qui.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altri contenuti suggeriti da Google

Altre info