Fallimento società in accomandita semplice per ex socio

Vorrei avere chiarimenti a un problema legato a società sas

- socio accomandatario nullatenente al 85%
- socio accomodante al 15%

Sono stato socio accomodante dal 2007 al 2012, nel periodo stesso sono stato anche dipendente della stessa società, ho firmato bolle di consegna merce, ho fatto contratti con persone ed ho operato con procure bancarie sui conti correnti, l'unica cosa che non ho mai fatto è firmare assegni o cambiali.

Ora sono uscito dalla società con atto di cessione di quote verso l'azienda e a sua volta si è costituita con un'altro socio accomodante.

Quando abbiamo fatto la cessione di quote, non risultavano da visura né atti giudiziari, né pignoramenti sia sulla mia quota che nella società.

La domanda è questa: in caso di protesti, o successivo fallimento, verrò chiamato anche io in causa? per il totale della mia quota o per tutto poichè mi sono ingerito nell'amministrazione? l'accomandatario non ha nessuna proprietà.

Da tener presente che attualmente la società ha debiti per circa 140 mila euro divisi mensilmente per altri 2 anni.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su fallimento società in accomandita semplice per ex socio.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.