Fallimento banca - i depositi in contanti sono garantiti entro un limite di centomila euro per ciascun conto corrente

Le ipotesi più accreditate, in caso di un fallimento della banca, sono quelle che vedrebbero gli asset messi in liquidazione.

Questo significa, in altre parole, che il gruppo in fallimento verrebbe acquisito da un altro istituto di credito o, in alternativa, dallo Stato stesso, andando incontro a un processo di nazionalizzazione definitiva o temporanea.

In entrambi i casi l'acquirente “erediterebbe” anche tutti gli obblighi verso i clienti della banca.

Comunque, di norma, nel momento in cui viene dichiarata l'insolvenza finanziaria di una banca, tutti i conti correnti vengono congelati e nessuno può più prelevare il proprio denaro, nè operare sul proprio conto.

Però, i conti correnti, in teoria, godono di una tutela aggiuntiva: quella garantita dal Fondo interbancario di tutela dei depositi, che è riconosciuto dalla Banca d'Italia e sottoscritto dalle principali banche nazionali, non appartenenti al sistema del credito cooperativo.

Il fondo costituisce una garanzia per tutti i depositi in contanti (e quindi non in titoli finanziari) entro un limite di 100.000 euro, che di fatto raddoppia a 200.000 euro nel caso di un conto con due cointestatari.

Il rimborso viene effettuato entro venti giorni lavorativi dalla liquidazione coatta dei beni della banca in fallimento.

Pertanto, nel caso di fallimento di una banca, a rimetterci saranno solo quanti detengono un conto con somme superiori a tale soglia.

Perderanno solo quanto in eccedenza rispetto alle soglie di rimborso stabilite

La tutela del Fondo riguarda anche i correntisti online.

Anche gli investimenti dovrebbero essere al sicuro. Infatti, azioni, obbligazioni e altri titoli sono semplicemente depositati presso la banca, ma restano di proprietà del risparmiatore che vi ha investito.

Diverso il caso delle obbligazioni emesse dal medesimo istituto di credito, sottoposto a procedura fallimentare.

Infatti, presumibilmente, il loro valore di mercato andrà a picco.

Ottenerne il pieno rimborso potrebbe richiedere tempi lunghi, e difficilmente il risparmiatore riuscirà a uscire dall'investimento senza perdite.

In ogni caso, è piuttosto raro che il correntista perda l'intero conto corrente, dicono...

8 marzo 2013 · Simonetta Folliero

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

,

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su fallimento banca - i depositi in contanti sono garantiti entro un limite di centomila euro per ciascun conto corrente. Clicca qui.

Stai leggendo Fallimento banca - i depositi in contanti sono garantiti entro un limite di centomila euro per ciascun conto corrente Autore Simonetta Folliero Articolo pubblicato il giorno 8 marzo 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria assegni cambiali e conti correnti - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


cerca