Fideiussione ed esecuzione forzata contro il fideiussore ed il debitore principale

La fideiussione è disciplinata dal Codice Civile all'articolo 1936 "E' fideiussiore colui che, obbligandosi personalmente verso il creditore, garantisce l'adempimento di un'obbligazione altrui". La prescrizione si riferisce all'obbligazione, e non ai soggetti obbligati. Ed è corretto parlare di interruzione della prescrizione per l'obbligazione, non di interruzione della prescrizione per debitore principale o garante. [risposta a domanda 1]

Il bene messo all'asta e rimasto invenduto può essere posto in amministrazione giudiziaria triennale per l'assegnazione delle rendite ai creditori. Ma, In ogni momento il creditore pignorante o uno dei creditori intervenuti può chiedere che il giudice dell'esecuzione proceda a nuovo incanto o all'assegnazione dell'immobile agli stessi creditori. La stessa amministrazione giudiziaria può essere prorogata o rinnovata. Alla fine, se prorpio tutto andasse male è il creditore ad acquisire il bene pignorato. [risposta a domanda 2]

Gli interessi moratori sono dovuti dal debitore in ritardo nel pagamento del proprio debito (debitore in mora). Essi costituiscono una sorta di risarcimento per il danno causato dal ritardo nel pagamento nella sua interezza e pertanto devono essere corrisposti anche se non previsti contrattualmente, tra l'altro senza l'onere per il creditore di provare il danno subito. Gli interessi moratori decorrono, automaticamente, dal giorno successivo alla scadenza del termine per il pagamento fino al momento in cui l'obbligazione è stata completamente soddisfatta. [risposta a domande 4, 5 e 6]

L'obbligazione è soddisfatta quando il credito viene rimborsato nella sua interezza. Questo significa che i rimborsi parziali effettuati nel tempo dal debitore sono suscettibili di interessi legali, mentre agli importi dovuti al creditore vanno applicati gli interessi di mora. E' proprio lo "spread" fra il tasso legale ed il tasso moratorio che richiede una contabilità in partita doppia. [risposta a domande 3 e 4]

Alla quota residua non soggetta ad interessi convenzionali vanno applcati gli interessi legali e quelli di mora per il ritardato pagamento. [risposta alla domanda 5]

Il valore per cui è iscritta ipoteca sul bene pignorato da espropriare riguarda il rapporto fra il creditore garantito da ipoteca ed eventuali altri creditori intervenuti. Il creditore garantito ha precedenza sulle quota da assegnare fino a capienza nel valore massimo dell'ipoteca. Quest'ultimo, tuttavia, non vincola quanto può essere richiesto al debitore principale e al fideiussore in ragione dell'applicazione al debito originario, non soddisfatto nella sua interezza, degli interessi di mora e delle spese di giudizio. Solo il contratto di fideiussione può stabilire se c'è un massimo per la somma garantita, ma solo nel caso in cui anche il fideiussore non sia stato escusso per non aver ottemperato ai propri obblighi di garante. [risposta alla domanda 7]

24 ottobre 2012 · Ludmilla Karadzic

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su fideiussione ed esecuzione forzata contro il fideiussore ed il debitore principale.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.