Esdebitazione e fallimento del debitore consumatore - pillole del decreto legge sulla liberazione dai debiti [Commento 4]

  • Michele Esposito 8 gennaio 2013 at 22:43

    Buonasera, sito davvero interessante e completo.
    Ho una domanda e spero di poter ricevere il vostro cortese riscontro: la Banca nel 12/2005 ha passato a perdita un credito che vantava nei miei confronti. Oggi, 8 gennaio 2013, dopo 7 anni, ricevo un'intimazione a pagare entro 10 giorni pena il ricorso alle vie legati e minaccia di pignoramento del quinto dello stipendio. Il debito non si è prescritto? Loro hanno ottenuto benefici fiscali dal passaggio a perdita del debito, e dopo tutto questo tempo si rifanno sotto. La prescrizione del debito non è 5 anni? non vi è una perdita del loro diritto se passano il credito in perdita? Questa info mi risulta dalla Centrale Rischi della Banca d'Italia. grazie per il vostro riscontro.

    • Simone di Saintjust 8 gennaio 2013 at 23:06

      I crediti bancari hanno prescrizione decennale. Prima di dichiarare inesigibile un credito bisogna tentarne il recupero. Il passaggio a perdita di importi per i quali si valuta problematico il rimborso è una misura prudenziale ed attiene alla trasparenza del bilancio. La detraibilità fiscale si consegue solo dopo tentativi effettuati dalla banca, in sede stragiudiziale o giudiziale, di rientrare degli importi affidati o erogati. In tale contesto si inquadra, molto probabilmente, la richiesta che le è pervenuta.

1 2 3 4 5

Torna all'articolo