L'importanza dell'atto notorio per gli interventi di successione in materia di rapporti bancari

Nel paragrafo che segue scopriamo l'importanza dell'atto notorio per gli interventi di successione in materia di rapporti bancari.

La prova della qualità di eredi viene normalmente fornita mediante un atto notorio, nella quale due persone, che non devono essere parenti degli eredi né interessati in qualche modo all'atto, si presentano davanti al notaio per dichiarare sotto giuramento chi sono gli eredi del defunto, avendone diretta conoscenza.

L'atto notorio è normalmente richiesto dalle banche prima di mettere a disposizione le somme agli eredi.

Alcune banche, quando le somme comprese nell'eredità non sono particolarmente rilevanti, si accontentano di una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, resa direttamente dagli eredi, sempre davanti al notaio.

È quindi opportuno chiedere alla propria banca quale documentazione occorre presentare.

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su l'importanza dell'atto notorio per gli interventi di successione in materia di rapporti bancari. Clicca qui.

Stai leggendo L'importanza dell'atto notorio per gli interventi di successione in materia di rapporti bancari Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 1 aprile 2016 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria conti correnti bancari e postali e libretti di deposito a risparmio . Inserito nella sezione assegni cambiali e conti correnti Numero di commenti e domande: 0

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info