Eredità - nessun diritto successorio agli affini

Nell'ordinamento italiano i suoceri di un soggetto sono obbligati a prestargli assistenza in base all'articolo 433 del codice civile, con priorità rispetto a fratelli e sorelle del soggetto stesso. Inoltre, il vincolo di affinità, ovvero proprio il rapporto che si stabilisce,  ad esempio, tra il soggetto ed i genitori del suo coniuge (appunto i suoceri)  non cessa con la morte del coniuge da cui esso deriva, così come recita l'articolo 434 del codice civile. In altre parole i suoceri sono obbligati a prestare assistenza anche ad un genero vedovo.

Ma, sembra strano, i suoceri pur dopo aver prestato assistenza al proprio genero vedovo, non hanno diritto ad alcuna eredità se questi premuore loro. La legge non  attribuisce nessun diritto successorio agli affini: in particolare nessun diritto successorio diretto a genero e nuora e nemmeno indiretto ai suoceri.

10 dicembre 2011 · Rosaria Proietti

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su eredità - nessun diritto successorio agli affini. Clicca qui.

Stai leggendo Eredità - nessun diritto successorio agli affini Autore Rosaria Proietti Articolo pubblicato il giorno 10 dicembre 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 16 marzo 2017 Classificato nella categoria successione eredità e donazioni - nozioni generali Inserito nella sezione tutela dei beni del debitore del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 2 3 4

Contenuti suggeriti da Google

Altre info