Eredità e debiti tributari [Commento 2]

  • milena 29 maggio 2012 at 12:14

    Salve, mio suocero è morto un anno e due mesi fa, non abbiamo fatto la successione perchè ci sono solo debiti e non abbiamo nemmeno fatto la rinuncia all'eredità perchè non abbiamo soldi oggi è arrivata una raccomandata indirizzata a Mxxxx Axxxxxx erede Mxxxx Fxxxxxxx dalla commissione triobutaria che si discuteva di un ricorso di mio suocero dell'83. Ora se facciamo finta di niente succede qlkosa?? o dobbiamo comunicare che non abbiamo accettato nessuna eredità o mi devo indebitare per fare una rinuncia all'eredità??
    Grazie

    • Stefano Iambrenghi 29 maggio 2012 at 12:54

      Chi è nel possesso dei beni ereditari (e quindi in primo luogo i familiari che convivevano con lui, ma anche chiunque abbia la disponibilità di un solo oggetto del defunto, anche di minimo valore) deve decidere in fretta: ha solo tre mesi di tempo. Dopo tre mesi è considerato erede anche contro la sua volontà. In questo caso, infatti, la legge richiede una decisione rapida, per evitare che qualcuno possa continuare a godere del patrimonio ereditario senza assumere formalmente la qualità di erede, e dunque senza pagare i debiti del defunto. Se i debiti sono superiori al patrimonio lasciato dal defunto, conviene affrettarsi a rinunciare.

      Per tutti gli altri, cioè quelli che non sono in possesso dei beni ereditari, non c'è fretta. La legge lascia dieci anni di tempo per decidere se accettare l'eredità. Passati i dieci anni non si può più diventare eredi, salvo casi particolari. Chi non vuole essere erede, quindi, può anche non fare nulla, e lasciare che il tempo passi. Se invece vuole definire subito la questione, può rinunciare subito all'eredità.

1 2

Torna all'articolo