Inutile vendere casa al marito per sfuggire al debito con equitalia » la vicenda

Con apposito atto di citazione Equitalia conveniva in giudizio due coniugi allo scopo di sentire dichiarare l'inefficacia nei propri confronti di un atto di compravendita con il quale la moglie vendeva al marito la piena proprietà dell'unica consistenza immobiliare posta nella sua piena disponibilità.

L'agente della riscossione sosteneva che la signora risultava debitrice a seguito della notifica di due cartelle esattoriali a lei intestate e non pagate, e che la correlata alienazione in favore del marito aveva a oggetto l'unico bene immobile sul quale il creditore avrebbe potuto esercitare la propria azione esattiva e coattiva.

Il Tribunale di Padova, con la sentenza esaminata, ha sostenuto le ragioni dell'istanza dell'agente della riscossione.

26 settembre 2013 · Andrea Ricciardi

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su inutile vendere casa al marito per sfuggire al debito con equitalia » la vicenda. Clicca qui.

Stai leggendo Inutile vendere casa al marito per sfuggire al debito con equitalia » la vicenda Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 26 settembre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria riscossione coattiva delle cartelle esattoriali Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Contenuti suggeriti da Google

Altre info