Cartella esattoriale - sollecito o avviso bonario (se non è decorso una anno dalla notifica)

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Per gli importi fino a 10 mila euro l'attività di recupero coattivo è preceduta dall'invio di un sollecito di pagamento (avviso bonario) o di un preavviso di fermo sul veicolo.

Il sollecito di pagamento, che viene inviato al cittadino per posta semplice, è un atto che Equitalia ha deciso di introdurre con lo scopo di instaurare un clima di maggiore collaborazione e trasparenza nei rapporti con i contribuenti.

Contiene tutte le informazioni utili sul debito scaduto: numero della cartella di pagamento, data di notifica, ente creditore, tipologia tributi, anno di riferimento e dettaglio delle spese accessorie; un bollettino precalcolato per effettuare  il pagamento delle somme scadute presso le banche, la Posta e gli Agenti della riscossione (Adr);     tutti gli estremi per contattare l'Adr.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 3 4 5

Contenuti suggeriti da Google

Altre info