Equitalia e rottamazione cartelle esattoriali » Come sfruttare la sanatoria

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Equitalia e la famosa rottamazione delle cartelle esattoriali approvata dal Governo: ecco i requisiti e le modalità per poter avviare la procedura e beneficiare, così, del maxi sconto.

Mini flash sulla rottamazione

Come sappiamo, con l'approvazione della legge di stabilità, è stata definitivamente sancita la sanatoria delle cartelle di pagamento di Equitalia.

Sarà possibile, per chi ha pendenze debitorie con l'Agente della riscossione, pagare solo la sorte capitale, ovvero il debito principale comprensivo della sanzione, e beneficiare dunque dell'eliminazione soltanto degli interessi: saranno quindi eliminati sia gli interessi sulla sorte capitale, interessi di mora, che quelli sulle sanzioni applicate. Pertanto, lo sconto sarà significativo in particolar modo sulle cartelle esattoriali datate.

Non saranno invece decurtati né l'aggio dovuto ad Equitalia né le eventuali spese per il recupero.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.