Quando si può chiedere la rateazione della cartella esattoriale - Prestazione di garanzie

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Oggi l'accoglimento della domanda di rateizzazione non è più subordinato alla prestazione di garanzie (quali: fideiussione bancaria, polizza fideiussoria, ipoteca, etc.), qualunque sia l'importo da rateizzare.

Questo grazie al Decreto Legge numero 112/2008, che ha eliminato dall'articolo 19 del DPR numero 602/1973 ogni riferimento all'obbligo di prestare garanzie.

Pertanto, oggi l'unica condizione necessaria per la concessione della rateazione è soltanto la situazione di obiettiva difficoltà del contribuente.

Facciamo una notazione importante riguardo la delicata questione delle ipoteche: non solo la rateizzazione non è più subordinata a garanzie, ma la semplice presentazione della domanda di rateizzazione implica oggi il divieto per l'Agente della riscossione di iscrivere nuove ipoteche (restano ferme quelle già iscritte), ai sensi dell'articolo 19 del DPR 602/1973, come novellato dal Decreto Legge numero 16/2012 .

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.