Equitalia e la compensazione » Guida per il debitore

Equitalia e la compensazione, ovvero: avete dei crediti a vostro favore con la pubblica amministrazione? Potete usarli per pagare le cartelle esattoriali! Scopriamo come all'interno dell'articolo.

Se si hanno debiti indicati nelle cartelle esattoriali, è possibile, infatti, pagarli utilizzando i crediti commerciali vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione.

Cosa è possibile compensare

La Legge (DL numero 78/2010, convertito con modificazioni dalla Legge numero 122/2010) prevede la compensazione tra:

  • debiti tributari (dello Stato, delle Regioni e degli enti locali), previdenziali e assistenziali oggetto di cartelle di pagamento di Equitalia, di accertamento esecutivo dell'Agenzia delle Entrate e di avviso di addebito dell'Inps, notificati entro il 31 dicembre 2012;
  • crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili relativi a somministrazioni, forniture e appalti con lo Stato, gli enti pubblici nazionali, le Regioni, gli enti locali o gli enti del Servizio sanitario nazionale.

Equitalia e la compensazione: la certificazione

Per poter compensare debiti e crediti, è necessario acquisire la certificazione del credito.

Ciò va fatto collegandosi alla piattaforma informatica del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

All'interno della pagina sono disponibili tutte le indicazioni per accreditarsi alla piattaforma e poter così richiedere la certificazione del credito.

Presso gli sportelli Equitalia

Una volta ottenuta la certificazione, è bene recarsi presso gli sportelli di Equitalia e presentarla in forma cartacea o, in alternativa, indicare semplicemente il numero di certificazione e il codice di controllo rilasciato dalla piattaforma informatica.

Nel caso in cui il pagamento riguardi solo una parte dei debiti scaduti o in scadenza, bisogna indicare quelli che si intende estinguere.

Equitalia, dopo aver controllato che i dati riportati nella certificazione siano corretti, procede alla compensazione e rilascia l'attestazione di pagamento.

10 gennaio 2014 · Gennaro Andele

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su equitalia e la compensazione » guida per il debitore.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.