Equitalia » vi spieghiamo come effettuare la compensazione

Equitalia e la compensazione: se si hanno pendenze debitore indicate nelle cartelle esattoriali, è possibile saldarle utilizzando i crediti commerciali vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione (PA). Scopriamo come.

Il cittadino ha la possibilità di pagare i debiti tributari, previdenziali e assistenziali oggetto di cartelle utilizzando eventuali crediti commerciali maturati per lavori eseguiti nei confronti delle pubbliche amministrazioni.

Con una specifica certificazione di questi crediti il contribuente può recarsi presso gli sportelli Equitalia e ricevere tutta l'assistenza e le informazioni necessarie.

Condizioni per effettuare la compensazione con equitalia

La Legge (DL numero 78/2010, convertito con modificazioni dalla Legge numero 122/2010) prevede la compensazione tra:

  • crediti certificati non prescritti, certi, liquidi ed esigibili verso lo Stato, Regioni e province autonome, enti locali, enti del Servizio Sanitario Nazionale per aver effettuato somministrazioni, forniture e appalti;
  • debiti tributari (dello Stato, delle Regioni e degli enti locali), previdenziali e assistenziali oggetto di cartelle di pagamento di Equitalia, di accertamento esecutivo dell'Agenzia delle Entrate e di avviso di addebito dell'Inps, notificate entro il 31 dicembre 2012.

Per certificare il proprio credito vantato verso la pubblica amministrazione il contribuente deve accedere alla piattaforma informatica del Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato a questo indirizzo internet.

Una volta ottenuta la certificazione andrà presentata agli sportelli di Equitalia in forma cartacea o riportando il numero di certificazione e il codice di controllo rilasciato dalla piattaforma informatica, indicando, nel caso in cui il pagamento riguardi solo una parte dei debiti iscritti a ruolo scaduti o in scadenza, quelli che si intendono estinguere.

Equitalia verificherà la conformità della certificazione per poi procedere, in caso positivo, alla compensazione, rilasciando l'attestazione di pagamento.

12 novembre 2013 · Carla Benvenuto

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Raccolte di altri articoli simili - clicca sul link dell'argomento di interesse

, , , , ,

Approfondimenti e integrazioni

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su equitalia » vi spieghiamo come effettuare la compensazione. Clicca qui.

Stai leggendo Equitalia » vi spieghiamo come effettuare la compensazione Autore Carla Benvenuto Articolo pubblicato il giorno 12 novembre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 30 aprile 2017 Classificato nella categoria compensazione della cartella esattoriale Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca