La rottamazione delle cartelle esattoriali di equitalia

È stata ribattezzata la rottamazione delle cartelle esattoriali, ed equivale all'azzeramento degli interessi sulle cartelle esattoriali.

Il provvedimento riguarda le cartelle affidate ai concessionari della riscossione, Equitalia su tutti, a partire dal 31 ottobre 2013.

Su queste bisognerà pagare l'intero importo iscritto a ruolo e quello residuo, nonché le sanzioni, ma non saranno dovuti gli interessi di mora.

La rottamazione delle vecchie cartelle esattoriali di Equitalia avverrà senza il pagamento degli interessi di mora.

Imposte e sanzioni arretrate, quindi, si pagheranno al 100% ma non saranno gravate dagli interessi.

L'obiettivo è sbloccare i ricorsi: entro il 30 giugno 2014 i debitori dovranno versare il 50% della somma dovuta e saldare entro il 16 settembre prossimo.

Entrando nel dettaglio, la previsione riguarda, sotto il profilo soggettivo, i ruoli emessi dallo Stato, da Agenzie fiscali e dagli enti territoriali (Regioni, Province e Comuni).

Non sono menzionati i ruoli emessi dall'Inps, per i contributi assistenziali e previdenziali.

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la rottamazione delle cartelle esattoriali di equitalia.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.