Equitalia » No ad aggio sui crediti inesigibili dei comuni

Equitalia: non ci sarà nessun aggio su crediti inesigibili dei Comuni.

I crediti inesigibili iscritti in bilancio tra le passività dei Comuni non sono gravati dalla componente dell'aggio di Equitalia. È quanto afferma la società per la riscossione in una nota.

Nessun aggio di Equitalia sui crediti inesigibili dei comuni in passività

Nessun aggio sui ruoli inesigibili dei comuni. A specificarlo è Equitalia, la società per la riscossione, in una nota.

L'agente della riscossione, dunque, puntualizza che i crediti inesigibili iscritti in bilancio tra le passività dei comuni non sono gravati dalla componente dell'aggio di Equitalia.

Nella nota poi ricorda la differenza sul calcolo dell'aggio che viene operata a seconda che il ruolo sia incassato entro i 60 giorni dalla notifica o successivamente.

Per quanto riguarda la riscossione volontaria effettuata per conto dei Comuni, infatti, oggi l'aggio di Equitalia è in media di circa l'1%.

Per la riscossione coattiva da ruolo, invece, l'aggio è stabilito dalla legge ed oggi è pari all'8% delle somme riscosse.

La percentuale è interamente a carico dal contribuente quando sono decorsi 60 giorni dalla notifica della cartella.

Pertanto, sottolinea Equitalia, in questi casi non rappresenta un aggravio di costo per i comuni.

Se il contribuente paga entro i 60 giorni, l'aggio a carico dei comuni è pari al 3,35%.

15 aprile 2014 · Gennaro Andele

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su equitalia » no ad aggio sui crediti inesigibili dei comuni.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.