Emissione di assegni a vuoto e archivio CAI della Banca d'Italia [Commento 2]

  • vincenzo 7 agosto 2010 at 09:59

    spett.le
    vorrei porvi un quesito gradirei sapere se una volta ottenuta l'autorizzazione del rilascio carnet assegni dalla mia banca( cosa che ho gia in essere) la quantità di carnet è vincolata a una certa cifra a disposizione sul conto corrente.
    tale richiesta perchè sebbene avessi conto in attivo ed utilizzando tale mezzo di pagamento per la mia attività ho richiesto alla mia banca il rilascio di un secondo carnet. tale richiesta mi è stata rifiutata, rispondendomi che necessitano prima rientrare i 10 assegni emessi per ottenere un secondo carnet. la cosa mi pare in primo luogo un abuso di potere in secondo luogo , sul contratto stipulato non vi è alcuna clausula in merito alla quantità di carnet, in terzo luogo prima della stipula contrattuale avevo parlato chiaramente della modalità di pagamento di cui necessitavo ( dato che trattasi di attività commerciale), quarto al momento il conto è in attivo, quinto la responsabilità finale di eventuali assegni a vuoto resta la mia, io sarei perseguito dalla legge; ne tanto meno necessito di alcun tutore che mi salvaguardi da eventuali atti irresponsabili. se tali provvedimenti adottati sono relativi a disposizioni interne, penso che io cliente ne dovrei essere messo al corrente prima di farmi aprire un conto corrente societario no?...tale atteggiamento da parte della mia banca mi sta davvero mettendo in seria difficoltà visto che trattasi ripeto di un conto societario di una piccola attività in start up.....come devo comportarmi? cosa posso fare? gradirei in merito delle risposte attendo fiducioso

1 2 3

Torna all'articolo