Nucleo familiare nella dichiarazione sostitutiva ISEE - guida alla individuazione dei componenti [Commento 56]

  • giovanni 30 novembre 2009 at 15:21

    ciaò! io e mio padre abbiamo residenze diverse nello stesso comune,in due abitazioni separate. lui è divorziato legalmente e quindi nel suo stato di famiglia risulata come unico componente. io me lo sono messo a carico fiscalmente e prendo detrazioni in busta paga già da due anni, perchè lui non ha redditi assogettabili a irpef, quindi reddito zero. per il fatto di avere residenze diverse ci possono essere problemi per altre agevolazioni in cui io dichiaro di averlo fiscalmente a carico?

    • c0cc0bill 30 novembre 2009 at 15:41

      Le detrazioni per coniuge e figli a carico spettano anche se questi non convivono con il contribuente.

      Invece, per poter fruire della detrazione per "altri familiari a carico” (fra cui sono ricompresi i genitori) è necessario che questi convivano con il contribuente oppure ricevano da lui assegni alimentari, anche non risultanti da provvedimenti dell'Autorità giudiziaria.

      Delle due l'una. Per fruire delle detrazioni di "padre a carico" o ci va a vivere assieme, oppure si mette al riparo da eventuali pretese del fisco dimostrando (attraverso - per esempio - un bonifico bancario mensile) che lei corrisponde a suo padre una sorta di assegno di mantenimento.

      Magari, dopo aver effettuato il bonifico, quei soldi se li fa restituire ...

    • giovanni 30 novembre 2009 at 15:58

      effettivamente io vivo con lui anche perchè mio padre è invalido ed ha bisogno di assistenza, ma hai fini burocratici abbiamo residenze diverse come dicevo prima. devo cambiarla questa residenza, o lascio correre la cosa cosi com'è? pensavo di comprare una macchina con l'esenzione dell'ivà grazie alla legge 104, e mi hanno chiesto che se dovevo intestarla a me lui deve essere fiscalmente a carico... e quindi mi venuto questo dubbio...

    • c0cc0bill 30 novembre 2009 at 16:01

      Le ho risposto Giovanni, o cambia residenza o corrisponde un assegno mensile a suo padre, con modalità che siano probanti per il fisco in caso di controlli.

      Adesso come adesso, lei fruisce indebitamente delle detrazioni fiscali relative ad un padre a carico.

1 54 55 56 57 58 186

Torna all'articolo