Effettuare la trascrizione della donazione prima che il creditori effettui quella del pignoramento

In parole povere, si tratta di una vera e propria gara di velocità.

Tutto il meccanismo si concentra su chi fa il primo passo, trascrivendo il proprio atto: se il debitore, effettuando la trascrizione della donazione o la vendita dell'immobile, o il creditore, effettuando la trascrizione del pignoramento immobiliare.

Ciò perché, come accennato, se il creditore ha già notificato il pignoramento, ma lo trascrive solo in un momento successivo alla trascrizione del debitore della donazione dell'immobile, per quest'ultimo non si configura alcun reato.

Praticamente, è più facile, in questo modo, per gli indebitati salvare il patrimonio di famiglia. Non è infatti reato effettuare la donazione dei beni pignorati se la trascrizione di tale donazione è avvenuta prima di quella del pignoramento.

In bocca al lupo.

3 aprile 2014 · Giorgio Valli

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su effettuare la trascrizione della donazione prima che il creditori effettui quella del pignoramento.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • gemma 24 marzo 2015 at 08:35

    Gent.ma Dott.ssa Ferri, grazie per la tempestiva risposta. Posso chiederle se la vendita al fidanzato di mia figlia possa risultare sicura o se al contrario anche lui sia un affine e quindi possa essere soggetto ad azione revocatoria?
    Grazie

    • Annapaola Ferri 24 marzo 2015 at 08:40

      Prima di un eventuale matrimonio il fidanzato di sua figlia non è nessuno. Al limite, potrà sempre dire che si sono conosciuti dal notaio ...

    1 2