Domicilio e residenza » Sostituzione del medico di famiglia [Commento 1]

  • Umbecot 27 agosto 2014 at 12:02

    Salve,per questioni mie private devo avere una residenza diversa da quella di mia moglie ed i bambini,e mi trovo ora a discutere con una impiegata comunale che vuole costringermi a prendere anche a me la stessa residenza della moglie e figli,posso io rifiutarmi e continuare ad avere la residenza che ho attualmente senza essere costretto a cambiarla? so che esiste un modulo per dichiarare che i miei figli sono residenti e quindi appartenenti al nucleo familiare di mia moglie mi sapete dire che tipo di modulo è e dove trovarlo in modo da sistemare questa situazione.
    Se l'addetta all'anagrafe continua ad imporsi con questa forzatura cosa posso fare nei suoi confronti,nessuna azione legale vorrei solo far rispettare i miei diritti di cittadino quindi opterei per un richiamo semmai ma a chi devo porre il problema

    • Simone di Saintjust 27 agosto 2014 at 13:33

      Mi spiace ma non saprei cosa dirle: può solo scegliere se chiamare il 118 o chiedere di conferire con il Responsabile dei servizi d'anagrafe.

      La residenza è quella che viene dichiarata dal cittadino, salvo a negarla con motivazioni fondate e successive ad accertamenti della polizia municipale (ad esempio la reiterata irreperibilità del soggetto dichiarante dal luogo eletto a residenza).

      Da anni ormai, uno dei coniugi può avere residenza (risultante dallo stato di famiglia) diversa da quella dell'altro coniuge (al limite convivente con i figli). Il che non cambia nulla per quanto riguarda la corresponsione degli eventuali assegni familiari, per il diritto alle detrazioni fiscali spettanti per l'altro coniuge e i figli a carico, per la composizione del nucleo familiare ai fini ISEE.

      Anzi, i coniugi non conviventi possono addirittura scegliere la residenza coniugale (necessaria per individuare i componenti del nucleo familiare) presso la residenza del marito o quella della moglie. Indipendentemente dalla scelta operata e dalla residenza di ciascuno dei due, entrambi i coniugi ed i figli continuano a far parte dello stesso nucleo familiare.

1 2

Torna all'articolo