Cartelle esattoriali - Ho ricevuto la scorsa settimana un avviso di mora senza firma

Attenzione » il contenuto dell'articolo è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento in fondo alla pagina, oppure qui.

Ho ricevuto la scorsa settimana un avviso di mora senza firma, senza nome del funzionario relativo a una cartella dell'anno 2005. E' possibile chiedere l'annullamento in base all'ordinanza 377/ 07 della Corte di Costituzionale e alle recenti disposizioni del milleproroghe? In caso di pagamento dilazionato essendo una cartella superiore ai 50.000€ la fideiussione è ancora necessaria?"

Il cosiddetto "decreto mille proroghe" (decreto legge numero 248 del 2007, convertito in legge numero 31 del 28 febbraio 2008) prevede che, a pena di nullità, nelle cartelle di pagamento devono essere indicati i nomi del responsabile del procedimento di iscrizione a ruolo (di pertinenza dell'ente creditore) e del responsabile del procedimento di emissione e di notifica delle stesse cartelle; ciò, esclusivamente per i ruoli consegnati all'agente della riscossione a partire dal 1° giugno 2008.

Il citato decreto legge conferma, poi, che, per i ruoli consegnati prima di tale data, non sono nulle le relative cartelle di pagamento, prive dei nomi dei responsabili.

Tuttavia, Equitalia - con una scelta dettata da motivi di trasparenza - in una direttiva inviata il 5 marzo alle 31 società partecipate, ha ribadito la necessità, già sottolineata in una precedente direttiva del 22 novembre 2007 (immediatamente successiva all'ordinanza numero 377/2007 della Corte Costituzionale), di continuare a indicare nome e cognome del soggetto responsabile del procedimento di emissione e notifica anche delle cartelle relative ai ruoli affidati fino al 31 maggio 2008.

Ciò premesso, si rileva che la cartella in esame è stata notificata nel 2005 e, pertanto, la mancata indicazione del responsabile non può determinarne la nullità.

Per quanto riguarda la possibilità di dilazionare un pagamento presso l'agente della riscossione per una cartella superiore ai 50mila euro, ai sensi dell'articolo 19, comma 1, del Dpr 602/1973, continua a essere obbligatoria la prestazione di idonea garanzia per i debiti erariali.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • loredana 19 aprile 2011 at 18:06

    ho chiesto e ottenuto la MAGGIOR RATEAZIONE ad equitalia ,sto pagando regolarmente ma dopo aver chiesto l'estratto conto della mia situazione debitoria mi sono resa conto che LA MAGGIOR PARTE DELLE CARTELLE INSERITE NELLA RATEAZIONE RISULTANO ESSERE NULLE O DECADUTE O NON LEGITTIME.A questpo punto mi chiedo POSSO RICORRERE ? E LE DILAZIONI DI PAGAMENTO CHE FINE FANNO? grazie

    • cocco bill 19 aprile 2011 at 19:10

      Ciao Loredana. Il tuo quesito andrebbe riproposto nella sezione "tasse e cartelle esattoriali" del nostro forum.

      La registrazione al forum è da noi gradita, ma non è necessaria per poter ottenere risposta.

      Potrai inserire il tuo quesito e leggere la risposta dei consulenti anche come semplice ospite visitatrice, non registrata.

    1 32 33 34