debiti e cattivi pagatori

Domanda di utente
15 settembre 2011 at 16:51

Ho 25 anni e mi trovo in una situazione che non riesco più a gestire, dovuta sicuramente a mie incoscienze, che però mi porta ad avere debiti per circa 5000 euro, credo. Partendo da fatture non pagate di linee telefoniche avute, con ulteriore incremento per penalità per la risoluzione anticipata del contratto, ed interessi di mora vari; una multa mai pagata (non avevo possibilità di farlo, si presentavano sempre necessità più urgenti quali bollette, spese ospedaliere) diventata quindi cartella esattoriale, tre anni di tassa sui rifiuti mai pagata che alla fine è diventata un'altra cartella esattoriale di circa 600 euro.

La mia banca mi propose un prestito di 5000 euro due anni fa circa, per ovviare al mio utilizzo della carta revolving in mio possesso (e per coprire un piccolo scoperto di conto con loro, 1000 euro). Non mi rimase nulla di liquidità, ma solo una rata mensile da pagare, 130 euro, in RID.

Due anni fa, in concomitanza con la concessione di questo prestito, sono stata licenziata per esubero di personale, presa dall'angoscia (si era alle soglie della attuale crisi lavorativa), mi feci accreditare dalla Agos (carta revolving), una somma che mi permettesse perlomeno di pagare l'affitto (500 euro mensili) e di “campare” un paio di mesi. pochi giorni dopo ho trovato lavoro, fortunatamente, con la sfortuna però di essere messa per due mesi in ritenuta d'acconto a 800 euro al mese, avendo a mio carico le non indifferenti spese di viaggio (dovevo muovermi di 25 km utilizzando mezzi pubblici).

Ora mi ritrovo con due rate da pagare (banca e revolving, entrambe in RID), per un totale di 250 euro mensili. Percepisco 1000 euro di stipendio, 450 li pago di affitto. Il rimanente deve bastarmi per bollette, benzina e cibo. Sto tentando di chiedere un prestito personale per poter estinguere i due debiti e pagare una rata unica più bassa, già una finanziaria però me lo ha rifiutato.

Vorrei capire se sono iscritta al registro dei protestati e cattivi pagatori (ho paura che sia così), e come posso muovermi per evitare altri danni.

Risposta di Simone di Saintjust
7 novembre 2012 at 08:53

Non avendo, almeno così mi sembra di aver capito, emesso assegni senza disponibilità sul conto corrente, lei non è sicuramente stata protestata.

Per quel che riguarda la verifica del suo nominativo fra quelli classificati come cattivi pagatori, si colleghi a questa pagina web e segua le istruzioni.

Lo schema di verifica/cancellazione per l'elenco CRIF dei cattivi pagatori è il seguente:

crif tempi

Come lei sa già, l'iscrizione alla CRIF comporta l'impossibilità di chiedere ulteriori finanziamenti in caso di necessità.