Ingiunzione di pagamento per un verbale del 2011

Domanda di Joele1965
24 luglio 2015 at 17:11

In data odierna 24 luglio 2015 ricevo una raccomandata (atti giudiziali) da parte di TRENITALIA intestata a mio figlio che mi impone di pagare 240 euro relativi ad un verbale che gli era stato rilasciato nell'anno 2011 per il mancato pagamento del biglietto.

Preciso che mio figlio rientrante in caserma per motivi di collegamenti treni prese il BS-MI senza fare il biglietto in quanto in ritardo; e vabbè quì si ha torto.

Ma il giorno dopo io ebbi cura di telefonare all'ufficio (allora esistente a Milano per chiedere come procedere al pagamento limitandone le infrazioni, parlai allora con una Sig.ra Marotta che attualmente NON riesco più a rintracciare, la quale mi disse di aspettare che mi venisse inviata l'infrazione a casa e di presentarmi c/o gli ufficio di Milano per vedere il da farsi).

Ma dai 23 euro di biglietto + 13 euro di sanzione nella raccomandata indicano anche un ulteriore addebito di penali ed altre per 206 euro che mi portano ad un totale di 240,00 euro.

Ora chiedo che alternative ho?

Possibile che dal 2011 ad oggi non abbiano comunicato nulla? Ed io con che mezzo potevo limitare il danno se non sapevo nulla della cifra esatta da pagare?

Risposta di Giuseppe Pennuto
24 luglio 2015 at 17:25

La contestazione dell'infrazione (soggetto sprovvisto di titolo di viaggio) è stata immediata e dunque il verbale di infrazione fu certamente rilasciato a suo figlio ed in esso indicato l'importo da pagare. Se eventualmente suo figlio si rifiutò di sottoscrivere e ritirare il documento, la notifica del verbale va comunque considerata come correttamente perfezionata.

Peraltro lei stessa scrive ... 240 euro relativi ad un verbale che gli era stato rilasciato nell'anno 2011 per il mancato pagamento del biglietto ....

Pertanto, è difficile comprendere quale verbale di infrazione avrebbe dovuto essere inoltrato ancora al trasgressore da Trenitalia, come asserito dalla fantomatica sig.ra Marotta.