Validità di una risoluzione dell'agenzia delle entrate relativa ad imposta sul valore degli immobili situati all'estero (IVIE)

Domanda di Nicola03
16 agosto 2016 at 05:32

Possiedo un immobile in Norvegia, in cui risiedo anagraficamente (ma non fiscalmente). Ho letto la circolare del 02.07.2012 dell'Agenzia delle entrate e secondo tale circolare non rientro nei casi di IVIE ridotta allo 0,4%. Tuttavia tale circolare trova fondamento giuridico in una legge del 2011, modificata dal parlamento nel 2013. Insomma secondo la legge del 2013 io ho diritto di pagare l'IVIE ridotta, ma secondo la circolare la devo pagare intera 0,76%. Quale norma applicare?

Il sito dell'agenzia delle entrate dice che bisogna seguire la circolare. Anche se contra legem?

In pratica nella legge 214/2011, il beneficio dell'IVIE ridotta veniva limitato solo ad alcune categorie di soggetti. La modifica fatta dal parlamento nel 2013 (legge di stabilità), ha tolto tali limitazioni.

Risposta di Giorgio Valli
16 agosto 2016 at 05:37

La circolare dell'Agenzia delle Entrate da lei citata è del 2012 e non può certo tener conto di modifiche legislative apportate l'anno successivo.

Se la legge del 2013 (che, peraltro, lei non cita) la include fra i soggetti aventi diritto al pagamento dell'Imposta sul Valore degli Immobili situati all'Estero in misura ridotta, certamente tale norma è prevalente rispetto agli eventuali contenuti del sito dell'Agenzia che dispongono in senso difforme.