Una domanda sul decreto legge salva famiglie del 22 dicembre 2012 numero 212

Domanda di tonylogan63
11 maggio 2012 at 15:52

Una domanda semplice e precisa: Ma per poter proporre quest'accordo , si ha bisogno obbligatoriamente di un avvocato? In caso contrario ci spiegate come si fà ? Un Super indebitato non credo possa permettersi un avvocato, i parametri per il gratuito patrocinio, sono ancora troppo bassi...Quindi? Esistono dei fac simili?

Risposta di Annapaola Ferri
11 maggio 2012 at 16:15

Mi complimento, lei ha colto due aspetti critici della legge: la complessità della procedura e la necessità di un supporto legale.

Io ne aggiungo un altro: se fra i creditori c'è Equitalia e se la quota di esposizione del debitore verso Equitalia è maggiore del 30% del totale, l'accordo non si farà mai, per il semplice fatto che nessun dirigente o funzionario Equitalia è autorizzato a concedere sconti di qualsiasi entità essi siano.

Del resto se un super indebitato è nullatenente (o quasi) non ha bisogno di ricorrere alla legge. Non paga o, al massimo, detta lui le percentuali di sconto dell'accordo stragiudiziale. Se percepisce uno stipendio si fa pignorare il quinto e "buonanotte ai suonatori".

Quindi, si tratta di una procedura prevista per un sovraindebitato che possiede beni immobili a rischio pignoramento. E quindi, c'è la possibilità di farsi affiancare da un legale. Magari iscrivendo a suo favore un'ipoteca sull'immobile ...