Trust – Pignoramento Immobiliare

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Annapaola Ferri 2 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
Domanda di Mariogranata
18 giugno 2012 at 01:21

E´possibile salvare un bene immobile gravato da ipoteca tramite la costituzione di un trust prima del pignoramento? In che modo e termini?

Risposta di Annapaola Ferri
18 giugno 2012 at 07:25

Per essere opponibile l’attribuzione del bene immobile, ad un trust o ad un fondo patrimoniale, il fondo, il trust, e la contestuale attribuzione del bene, devono essere note al creditore al momento in cui egli concede il prestito su garanzia del bene.

E quindi, la data di conferimento del bene, al trust o al fondo patrimoniale, deve essere anteriore a quella di erogazione del prestito e, naturalmente, il creditore deve essere stato edotto sull’impossibilità di escutere il debitore non solvibile con azioni esecutive sul bene conferito.

Il che significa che il creditore non vi iscriverebbe ipoteca. Pertanto la stessa iscrizione di ipoteca risulterebbe incompatibile con l’appartenenza del bene ad un trust o ad un fondo patrimoniale.

Offri il tuo contributo virtuale alla visibilità di indebitati.it

Se hai un account Google+ o Facebook e navighi con un browser aggiornato, puoi contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

Se vuoi restare informato sui contenuti del sito, iscriviti alla newsletter o al feed di indebitati.it

Altre letture consigliate

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Questo non e' propriamente un forum di discussione, ma uno spazio reso disponibile ai lettori registrati (oppure connessi con credenziali Facebook e Google+) per porre una domanda ed ottenere una risposta. Per fornire un servizio efficiente, ottimizzare le poche risorse disponibili ed evitare gli interventi di soggetti non autorizzati, gli utenti non possono rispondere alle domande ne' replicare alle risposte degli esperti. Se hai necessita' di chiarimenti e/o ritieni di voler approfondire altri aspetti della questione di tuo interesse, dovrai inserire una nuova domanda. In questo caso, considera che non sara' necessariamente la stessa persona a risponderti. Pertanto, la nuova domanda dovra' essere autosufficiente e comprensibile a chiunque la legga per la prima volta.