Termini e forma dell'opposizione a diniego di rateizzazione (sanzioni CdS)

Domanda di Flickflock
14 luglio 2016 at 16:39

In relazione a questa discussione, chiedo cortesemente di conoscere quali sono i termini e la forma dell'atto da presentare, considerato che la competenza sarebbe del Giudice di Pace.

Risposta di Paolo Rastelli
14 luglio 2016 at 17:10

Il termine per il ricorso al Giudice di pace avverso il diniego di rateazione della cartella esattoriale originata da sanzioni amministrative per violazione al Codice della strada è di 30 giorni.

Il decreto legislativo 46/99, con gli articoli 7, 17, 18 e 26, estende le regole della rateazione della cartella esattoriale a tutte le entrate dello stato, degli altri enti pubblici anche previdenziali e degli enti locali (comprese, quindi, le sanzioni amministrative elevate dalla polizia municipale).

In pratica, anche per quel che riguarda la cartella esattoriale originata da sanzioni amministrative si applicano le norme di rateazione previste dall'articolo 19 del dpr 602/73.

Per individuare la forma più opportuna del ricorso è necessario conoscere gli eventuali motivi addotti da Equitalia nella comunicazione di diniego ed il possesso dei requisiti del ricorrente riguardo l'accesso al beneficio della dilazione della cartella esattoriale, ovvero la comprovata temporanea situazione di obiettiva difficoltà in cui deve trovarsi chi richiede la rateazione.

E' , pertanto, necessaria una attività di interazione diretta con il ricorrente, finalizzata ad acquisire e verificare la documentazione necessaria al ricorso, che non è compresa fra i servizi offerti da indebitati.it: il suggerimento è quello di rivolgersi ad una associazione di consumatori presente sul territorio o che offre servizi similari online a costi contenuti.