Tempi di pignoramento dello stipendio

Domanda di paul972
4 marzo 2016 at 09:54

In data 9 febbraio ho ricevuto un atto di pignoramento dello stipendio da parte di Equitalia: il mio datore di lavoro ha ben pensato, forse per evitare qualsiasi problema, di procedere immediatamente al decurtamento di un decimo già a partire dallo stipendio di febbraio, erogato il 1 marzo.

E' questa una procedura regolare e legittima? Oppure il datore di lavoro avrebbe dovuto attendere 60 giorni prima di tagliare il mio stipendio per versarlo ai signori di Equitalia?

Risposta di Ornella De Bellis
4 marzo 2016 at 10:10

L'articolo 72 bis del dpr 602/73 che regola il pignoramento esattoriale presso terzi dello stipendio percepito dal debitore inadempiente dice che l'ordine al terzo di pagare il credito direttamente ad Equitalia deve essere adempiuto nel termine di sessanta giorni dalla notifica dell'atto di pignoramento per le somme per le quali il diritto alla percezione sia maturato anteriormente alla data di tale notifica; alle rispettive scadenze, per le restanti somme.

E' evidente che il suo datore di lavoro doveva adempiere al prelievo alla prima scadenza successiva alla notifica del pignoramento, essendo il termine di sessanta giorni riservato esclusivamente al prelievo su eventuali somme arretrate dovute al lavoratore.

Sempre considerato che non si sarebbe comunque potuto ritenere illegittimo un adempimento effettuato al primo giorno utile: al massimo avremmo potuto solo accusare il datore di lavoro di essere stato più realista del re ...