Tasse sui libretti di risparmio nominativi/buoni fruttiferi postali

Domanda di nikita1612
29 dicembre 2011 at 11:47

Buongiorno, vorrei sapere se dal 2012 ci saranno modifiche, riguardo ad eventuali tasse/bolli, anche sui libretti di risparmio nominativi e ai buoni fruttiferi postali.

Risposta di Carla Benvenuto
29 dicembre 2011 at 14:03

Al fine di incentivare l'accredito delle pensioni su conti correnti (anche presso le Poste) è stata introdotta l'esenzione dall'imposta di bollo per le fasce socialmente svantaggiate di clientela.

Per i conti correnti bancari/postali e i rendiconti dei libretti di risparmio, la tassa continuerà a essere di 34,20 euro l'anno se il cliente è una persona privata. L'imposta di bollo è invece del tutto cancellata se il valore medio di giacenza «risultante dagli estratti e dai libretti» non supera i cinque mila euro.

In pratica se durante l'anno, tra entrate e uscite, la disponibilità media del vostro conto non supera questa soglia, non si pagherà il bollo.

Questo ad oggi. La situazione, tuttavia, è piuttosto fluida e le cose potrebbero cambiare nel brevissimo periodo.

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del forum iscriviti al feed RSS delle discussioni del forum

Approfondimenti e integrazioni

Briciole di pane

cerca