mediatore creditizio

Domanda di patrizia25
6 dicembre 2011 at 23:07

Torno nel vostro forum per illustrarvi un fatto strano che mi è successo con il mediatore a cui ci siamo affidati per un mutuo -negato-. E' passato un mese ma ho questo dubbio che mi tormenta quindi vi espongo i fatti così potete darmi cosa ne pensate.

Cercherò di essere breve: si trattava di un mutuo liquidità per 80.000 a nome di mio papà di 66 anni, a detta di tutti un mutuo "difficile". Il mediatore dice che ce la possiamo fare, ci richiede un sacco di documenti, visite mediche, esami del sangue ecc.. e dopo circa 3 settimane ci chiama per prendere l'app.to per la perizia. Nella telefonata mi informa che c'è stato un aumento, e nn costa più 285 ma 390 euro, e che se paghiamo in contanti anziche bonifico il perito ci può fare uno sconto di 20 euro.

Il perito viene, accompagnato dal mediatore, paghiamo in contanti, dopo una settimana ci cominicano che la banca -barclays- ha negato il mutuo. Riprendo a guardare su internet nei vari siti che propongono mutui ecc. e x caso vedo che la perizia di barclays viene segnalata a 285 euro.

Allora telefono al numero verde, dove mi confermano che il prezzo della perizia non è mai cambiato. Quindi telefono al mediatore e gli comunico il tutto, chiedendogli a questo punto la fattura della perizia in modo da poter verificare.

Mi richiama dopo 5 minuti per dirmi che ha sentito il perito e c'è stato un errore, che in ogni caso la perizia non è stata presa in considerazione dalla banca e che quindi me la rimborsano in toto. Il pomeriggio stesso vado a ritirare i documenti e mi vengono ridati in contanti i 370 euro. Il mediatore si è giustificato dicendo che "il perito si sarà confuso, probabilmente ha applicato la tariffa di un altra banca" e cose così.

Bene, cosa ne pensate?

Io ho pensato che quando ha capito che il mutuo nn sarebbe passato e lui, lavorando su commissione, nn avrebbe beccato una lira ha inscenato la storia della perizia per intascarsi qualcosa.

Fatemi sapere le vostre opinioni, e se fosse davvero un truffatore, cosa posso fare per evitare che altri poverini facciano la stessa fine?

Risposta di Andrea Ricciardi
7 dicembre 2011 at 10:54

La cosa più opportuna da fare è procedere con una segnalazione all'Arbitro bancario Finanziario (ABF).

E' una procedura che può essere attivata al costo di una raccomandata A/R. C'è anche bisogno di un po' di buona volontà e di senso civico, ma di questi elementi lei ha dimostrato, e la ringrazio, di possederne a sufficienza. Molti avrebbero considerato chiuso l'episodio con il rimborso della parcella del perito.

Abbiamo già avuto, in passato, numerose esperienze positive con le segnalazioni all'ABF. E' un organismo che fa davvero quello che dice di fare.

Non irroga sanzioni, ma pubblica su quotidiani e riviste specializzate i riscontri dell'istruttoria avviata su segnalazione dell'utente, laddove i fatti denunciati trovassero conferma.

Qui il pdf con le istruzioni per procedere al ricorso/segnalazione.